Felipe Anderson è una idea all’ordine del giorno in casa Juventus. Il brasiliano è tra i calciatori vagliati da Beppe Marotta quale possibile investimento di parte dei 40 milioni ricavati dalla cessione di Arturo Vidal al Bayern Monaco.

Secondo radiomercato, i bianconeri hanno proposto alla Lazio 25 milioni di euro più il cartellino di Isla. L’offerta della Juventus è stata però rispedita al mittente da Claudio Lotito.

Il presidente biancoceleste, infatti, non ha intenzione di privarsi del talentuoso fantasista brasiliano, a meno di una proposta che non si può rifiutare.

Certo è, che Lotito difficilmente lascerà partire Anderson alla volta di una concorrente diretta. Intanto, però, Marotta e Paratici hanno osndato il terreno.

Gli uomini mercato della Juventus sono a caccia di un numero 10 in grado di non far rimpiangere il cileno.

Felipe Anderson è giovane, dotato di un enorme talento e senz’altro rappresenta un profilo su cui poter puntare. L’ostacolo principale nella trattiva, però, resta proprio il muro opposto da Lotito.

Difficile privarsi del genio di Anderson proprio nell’estate che vedrà i biancocelesti affrontare i preliminari di Champions League.

La Juventus oltre a quella di Felipe Anderson (una pazza idea) sta battendo strade che potrebbero rivelarsi più concrete. La prima è quella che porta dritta dritta a Mario Götze. Classe ’92, due anni fa il Bayern Monaco spese 37 milioni di euro per averlo. Logico che ora i bavaresi non vogliano perdere molto dall’investimento effettuato nel 2013.

Altro profilo adatto alla Juventus pare essere un altro tedesco, Julian Draxler. Draxler è un classe ’93 che è cresciuto nello Schalke04, club con cui, in ha collezionato (fra Bundeslig, coppe nazionali e dinernazionali) 116 presenze e 17 reti.

Draxler fa parte del giro della Nazionale tedesca ed è campione del mondo in carica, essendo stato convocato da Low per i mondiali di barsile 2014.