Allo Stadium la Juventus batte 2-1 l’Olympique Lione nella gara di ritorno dei quarti di finale di Europa League e, e dopo l’1-0 del match di andata, si qualifica per la semifinale. Oggi la squadra di Conte, attraverso il sorteggio di Nyon, conoscerà il suo prossimo avversario.

Ottimo così per i Campioni d’Italia. L’idea di conquistare un titolo europeo, che manca da circa 17 anni, è davvero allettante. La vittoria in Europa League, oltre a mettere in bacheca un trofeo prestigioso, garantirebbe la possibilità di giocare la finale di Supercoppa Europea contro la compagine che vincerà la Champions. Spettacolare. L’ultimo atto di Europa League, poi, si giocherà proprio allo Juventus Stadium. Sarebbe stupendo per i Campioni d’Italia potere disputare questa gara davanti ai loro tifosi. Inoltre si sa, nel suo stadio, la squadra di Conte è una macchina da guerra, e anche se ieri sera i mugugni provenienti dagli spalti sul risultato di 1-1 hanno innervosito gli uomini di Conte, giocare la finale proprio in quella sede potrebbe rappresentare un importante vantaggio. Nell’attuale stagione, sul suo campo la Vecchia Signora non ha mai conosciuto sconfitta e in campionato ha conquistato 16 vittorie su 16 incontri. La Juve, poi, è l’ultima squadra italiana rimasta in una competizione internazionale. Una vittoria sarebbe importante per tutto il movimento calcistico del Nostro Paese. L’ultimo trionfo tricolore oltreconfine è la conquista della Champions dell’Inter di Mourinho nel 2009/2010. I supporter bianconeri gradirebbero levare ai neroazzurri il vanto di essere gli ultimi conquistatori internazionali. Questo è il risultato migliore della Juve post calciopoli.

Con questi graditi nuovi impegni i Campioni d’Italia si troveranno di fronte un mese ricco di appuntamenti, ma meglio così.

Bene anche perchè Pirlo regala sempre grande spettacolo. Ieri ha trovato l’ennesimo magnifico gol su punizione e proprio contro il Lione, ex squadra del mago Juninho Pernambucano . Sono 43 in carriera e 6 in questa stagione nella quale è il migliore d’Europa. Numeri favolosi di un campione straordinario che da calcio piazzato è una sentenza.

Tanti i motivi di gioia per i tifosi bianconeri. Nel pre partita Marotta torna a blindare Pogba ‘l’operazione Pogba è una mosca bianca, una combinazione giovane-bravo-parametro zero difficile da trovare, da ripetere. Le voci sul trasferimento al Psg non hanno fondamento. Noi vogliamo tenerlo e prolungargli il contratto. E’ vero che 70 milioni di euro sarebbero una cifra appetibile, ma la Juve è una società che ambisce al massimo, a vincere i trofei. In passato sacrifici simili sono stati fatti, per esempio è stato venduto Zidane per prendere Buffon e Nedved, ma non è questo caso’.

Nella serata di ieri vi sono anche, però, alcune note stonate. La Juve ha vinto, ma non è stata troppo brillante. Dopo il vantaggio, la Vecchia Signora si è notevolmente complicata la vita subendo il gol del pareggio e vivendo qualche istante di apprensione. Certamente i vari mugugni dello Stadium non hanno aiutato. Chiellini afferma ‘ci siamo fatti portare un po’ dal pubblico, sembrava dovessimo vincere 4-0 e poi sono arrivati mugugni. Su queste situazioni si crea nervosismo, si forzano passaggi e si esce quando non va fatto. Così dai fiducia all’avversario’. Anche Conte è dello stesso avviso ‘le partite facili non esistono, lo dobbiamo capire noi e i tifosi, che stasera non mi sono piaciuti molto. Tre anni fa guardavano gli altri giocare, ora ci siamo noi e ci devono sostenere sempre, anche quando siamo in difficoltà’. Purtroppo le amarezze non sono finite. Vi è, infatti, un po’ di apprensione per Vidal che è uscito dolorante dal campo. Il ginocchio colpito duramente nella sfida di campionato contro il Napoli lo fa soffrire. Dopo aver mostrato tutto il suo enorme valore per gran parte della stagione, ora sta vivendo un momento abbastanza difficile. Il cileno afferma ‘Mi fa veramente male il ginocchio. Non riesco a colpire la palla. Ho avuto 10 giorni per riposare, ma il dolore non è passato. Vedremo come evolve.’

Nel post gara il tecnico salentino è scatenato e non nega una stoccata pure ai gufi ‘siamo fieri di essere l’unica italiana a tenere alto il tricolore in Europa, anche se tutti ci gufano. Del resto o si è juventini o antijuventini, inutile fare delle ipocrisie. Non si può chiedere a un interista di tifare Juve e viceversa. Ma noi dobbiamo solo nutrirci delle loro gufate, che ci possono caricare ancora di più. Dopo più di 10 anni siamo tornati in una semifinale europea ed è comunque un grande risultato’. Queste parole possono anche avere l’obiettivo di motivare i suoi giocatori, di spronarli per raggiungere i due importanti obiettivi stagionali bianconeri. Perfetto stile Mourinho, ripreso anche da un simpatico tweet di Marchisio riferito al proprio gol ‘come direbbe qualcuno che gol di c… raggiunta la semifinale, grandi!!‘ Il centro del numero 8 ha fatto esplodere Marotta, Andrea Agnelli e Nedved che si sono esibiti in una magnifica, liberatoria e sfrenata esultanza.

il commento di Juve-Lione