UPDATE!! ore 10.46:  Luigi De Laurentiis, figlio di Aurelio, Presidente del Napoli, risponde via Twitter alle dichiarazioni di Marotta riguardo la festa del Napoli dopo la vittoria contro la Juventus  ’Marotta è un grande ignorante. Confonde il cuore unico di Napoli con euforia da provincia‘. Non esattamente oxfordiano.

Con la vittoria per 1-0 (grazie alla rete di un Bonucci formato Re Leone che poi si sfoga via Twitter ‘SCIACQUATEVI LA BOCCA!!! Dedicato a Te Andrea Lupo. #finoallafineforzajuventus #vincereèlunicacosacheconta’ allo Stade de Gerland di Lione nell’andata dei quarti di finale di Europa League contro i padroni di casa dell’Olympique, la Juventus ipoteca il passaggio alla semifinale (leggi qui il commento della gara). Sì, perché ci vorrebbe un’impresa da parte dei francesi per riuscire a espugnare lo Stadium giovedì prossimo. In questa stagione nessuno ha conseguito un tale obiettivo. Ora, fatti i debiti scongiuri da parte dei tifosi bianconeri, è poco probabile che i seppur vogliosi giovani giocatori del club transalpino possano uscire vincitori dal fortino bianconero, nonostante la Juve non sia quella super combattiva di qualche tempo fa. In ogni caso Conte fa bene a placare gli entusiasmi e a ricordare che la qualificazione non è ancora ottenuta.

La Vecchia Signora non è brillantissima, ma vince e lo fa da grande squadra. Fatica contro una compagine non eccezionale, ma fastidiosa che in barba a ogni previsione della vigilia si difende alquanto bene e bracca Pirlo non lasciandogli la minima possibilità di movimento. Al momento opportuno, però, i Campioni d’Italia ingranano le marce più alte, si rendono pericolosi e alle prime ingenuità puniscono gli avversari. Bene perché la Juve è cresciuta nella ripresa, chiaro segnale di una condizione atletica non negativa come si era paventato. Bene perché dopo le due scoppole di Napoli i bianconeri non hanno subito reti. Bene perché quando è entrato Giovinco ha fornito un’ottima prova dando una buona scossa alla squadra. Ci si attende continuità. Bene perché Vucinic, in una stagione funestata dagli infortuni, dopo i pochi minuti giocati contro il Napoli, oggi fornisce una prova discreta e di carattere. Questa sera la coppia composta da lui e dalla Formica Atomica ha funzionato. Soddisfatto anche Conte che a fine gara dichiara ‘Bene Vucinic e Giovinco’ e prosegue ‘A Napoli ko salutare che ha fatto notizia perché per fortuna perdiamo poche volte’.

Passiamo ora alle note meno liete. Conte continua a difenderlo e a ritenersi soddisfatto di lui, ma anche ieri sera Osvaldo non ha fornito una prestazione eccezionale, tutt’altro. Subito dopo la gara l’argentino si sfoga su twitterIo do sempre il massimo in campo, lotto su ogni pallone come se fosse l’ultimo, il gol e le giocate arriveranno perché sono forte…’. Non soddisfatto prosegue ‘E tutti quelli che non credono in me dovranno poi stare zitti, inclusi i gufi che ci guardano da dietro e da lontano…’. Placata l’ira si ravvede ‘Un momento di sana follia… Buonanotte a tutti.‘ Un bel teatrino. Comprensibile sfogo per un ragazzo che è giunto a Torino per ritrovarsi e che deve convincere Prandelli a portarlo al Mondiale e la Juve a riscattarlo per una cifra pari a circa 20 milioni. E’ arrivato da poco in bianconero, bisogna lasciargli il tempo per recuperare un’ottima condizione atletica e per comprendere al meglio gli schemi di Conte. Pogba è apparso un po’ appannato. Tevez ha chiesto il cambio ed è uscito toccandosi la coscia. Conte nel post partita ha riferito ‘Ha un problemino all’adduttore affaticato. L’ho sostituito appena ha sentito il fastidio’ e prosegue ‘nessuna ansia. Sono molto tranquillo’. Il bomber tranquillizza tutti su Twittersto bene. Niente di grave’. Continua il digiuno da gol dell’Apache nelle coppe europee. Il 9 aprile saranno 5 anni. Un’eternità. 

Anche prima di questo match continuano le stoccate verbali tra Juve e Napoli. Marotta stuzzica i partenopei affermando ‘ha stupito l’euforia del Napoli dopo la vittoria. Un’enfasi quasi da squadra provinciale vissuta come una vittoria di uno scudetto. E’ stato molto riduttivo del blasone del Napoli’. Altre polemiche che ravvivano questo finale di stagione.