Bianconeri chiamati ad accaparrarsi i primi tre punti del campionato in Juventus-Chievo. Nella conferenza stampa di stamane Massimiliano Allegri ha dichiarato che la sua squadra non avrà alternativa alla vittoria.

“Loro sono a sei punti, noi non ne abbiamo ancora uno. Dobbiamo assolutamente vincere e muoverci dallo 0 in classifica”, ha dichiarato il tecnico toscano.

“Abbiamo un imperativo da rispettare, vincere. mi aspetto qualcosa in più anche dalla fase difensiva, perché, tranne che nella finale di Supercoppa a Shanghai, abbiamo sempre preso gol”.

Per la Juventus inizia una fase impegnativa. “Giocheremo ogni tre giorni, dobbiamo fare in modo di pensare ad una partita alla volta, ragionare così”.

Pogba e Lemina. “Paul deve mettersi in testa che ha 22 anni e deve fare le cose di un ragazzo della sua età, stare tranquillo. Lemina è sveglio, è lui il sostituto di Marchisio, anche se a MArsiglia ha fatto bene anche da centrale difensivo”.

Sulla formazione, Allegri ha fatto capire che, oltre al rientrante Marchisio, ci sarà spazio pure per Hernanes, mentre ancora dubbi permangono su Alvaro Morata.

“Marchisio sarà titolare, mentre su Morata devo fare ancora delle valutazioni. Hernanes sta bene e potrà giocare”. Se il calciatore spagnolo dovesse farcela, a fargli compagnia in attacco sarebbe Dybala, con Mandukic che scivolerebbe dunque in panchina.

Indicazioni anche in difesa, dove giocheranno Barzagli ed Alex Sandro. “Domani credo che giocheranno loro due”.

E Allegri è esplicito anche nei riguardi di chi sostiene che questo sia un anno di transizione per la Juventus, dopo l’abboffata di scudetti degli ultimi 4 anni.

“E’ un concetto che non esiste. L’anno di transizione alla Juventus è qualcosa di sconosciuto. Qui si gioca sempre per vincere”.