La Juventus batte 3-0 la neopromossa e modesta Cesena allo Stadium nella quarta giornata di serie A. Un dominio della Vecchia Signora che, nonostante il turnover, non va mai in sofferenza. Vittoria nel segno di Vidal che torna in campo da titolare dopo l’infortunio muscolare e segna una doppietta. Pensare che non è ancora al 100% della condizione fisica… Primo record stagionale dei piemontesi. Mai nessuna compagine è riuscita a vincere le prime 4 sfide di campionato senza subire reti. Ora i piemontesi (foto by Infophoto) sono in testa alla classifica pari alla Roma a quota 12 punti. Prima mini fuga. Record personale per Max Allegri che tra campionato e Champions League ha centrato 5 vittorie nelle prime 5 gare senza subire reti. Il tecnico toscano non era mai riuscito in un tale filotto di successi nelle prime sfide della stagione. Il suo precedente primato risaliva all’esperienza al Sassuolo nella serie C1 2007-2008 quando si fermò a quota 4. A forza di buoni risultati il nuovo condottiero sta lentamente cercando di allontanare lo scetticismo dei tifosi. Dopo essere stato stuzzicato da Conte che ha sottolineato come questa Juve sia più competitiva di quella che aveva a disposizione lui, Max aveva risposto ‘se lo dice lui io sono più sereno‘ lasciando spazio alla solita ironia toscana. Oggi ha risposto anche con un altro risultato positivo.

Allegri deve rinunciare a Caceres, Pirlo e Marrone. Il tecnico schiera la sua squadra affidandosi ancora al 3-5-2. Tra i pali agisce Buffon. In difesa ci sono Ogbonna, Bonucci e Chiellini. Lichstseiner trova spazio sulla corsia di destra, mentre Evra su quella di sinistra. Nel cuore del centrocampo ci sono Pereyra, Marchisio (vice Pirlo) e Vidal. Da sottolineare come Allegri, inizialmente, preferisca tenere il Tucumano sul centro-destra, spostando Re Artù sul centro-sinistra. In attacco spazio alla coppia Giovinco-Llorente. Turno di riposo per Tevez. Bisoli risponde con il 3-5-1-1. Come da previsione i piemontesi fanno la partita. Dopo 3 minuti i padroni di casa chiedono un penalty per un fallo di mano di Cascione. Al 9′ gran tiro al volo di Giovinco. Ottima risposta di Leali. Il portiere del Cesena è in prestito in Romagna proprio dalla Juve. Al 15′ Ogbonna sfiora il vantaggio di testa. Al 16′ Pereyra calcia da fuori, Cascione colpisce ancora la sfera di mano dentro l’area. E’ il terzo intervento dubbio (con la mano) di un cesenate nella sua area. Questa volta per Giacomelli è rigore. Grandi proteste ospiti. Leali intuisce e tocca, ma il penalty di Vidal si infila in rete (1-0 Juve). Primo gol stagionale del Guerriero che non segnava in campionato dallo scorso 2 febbraio (Juventus-Inter 3-1). Ora Arturo torna nella sua posizione ideale: mezz’ala destra. Il Tucumano va sul centro-sinistra. Intorno al 30′ i romagnoli provano a mettere la testa fuori dal guscio. Gran tiro di Marilungo, para Buffon. Minuto 33 Llorente si gira benissimo, ma il suo tiro sfiora soltanto l’incrocio dei pali. In questa stagione il Re Leone non si riesce a sbloccare.

La Juventus inizia fortissimo la ripresa e dopo un minuto Vidal sfiora il raddoppio. I padroni di casa rallentano leggermente, ma controllano agevolmente la gara. Lo Stadium si sta assopendo, ma l’annuncio dello speaker per il pareggio del Parma contro la Roma (inutile perchè i giallorossi poi raddoppieranno) lo risveglia. Boato enorme. La Juve si fa trascinare dal suo pubblico. Arrivano anche gli applausi per Giovinco dopo i tanti fischi della passata stagione. La Formica Atomica sta disputando un buon match. Allegri richiama Vidal perchè si inserisce raramente, ma al 18′ il Guerriero raddoppia con un gran tiro da fuori. Al 35′ Arturo esce nella standing ovation dello Stadium. Al suo posto Padoin che al 39′ serve Lichtsteiner che si invola verso la porta di Leali e segna il 3-0. Al 41′ dentro Pepe proprio per il Pendolino svizzero. Torna in campo il numero 7. Ovazione del pubblico. C’è ancora il tempo per un palo di un Giovinco incontenibile. Finisce qui.

Ecco le parole di Allegri a Sky dopo la gara: ’Serata positiva perché abbiamo vinto. Turnover? Abbiamo una squadra solida, Giovinco ha fatto una buona partita, Vidal tornava da un periodo di inattività ed è stato decisivo. Ogbonna e Pereyra hanno fatto molto bene. Sono contento. Ora dobbiamo cercare di riportare in condizione alcuni giocatori. Abbiamo fatto un buon palleggio e non abbiamo concesso occasioni al Cesena: questo è un buon segno. Sono stato fortunato, sono venuto ad allenare la Juve dopo gli anni di successi di Conte. Vogliamo continuare a fare bene e migliorare ancora’. Sui prossimi impegni ‘Abbiamo prima la partita di Bergamo sabato e la partita di Champions a Madrid abbastanza complicata e dovremo stare attenti. Poi affronteremo la squadra di Garcia che gioca molto bene, merito del tecnico francese che ha fatto benissimo’.

LEGGI ANCHE:

Andrea Pirlo Juventus: ipotesi Los Angeles Galaxy, il suo rientro, bianconeri sul baby Gaudino

Florenzi abbraccia la nonna: segna e corre da lei in tribuna, il gesto che ha commosso l’Olimpico

Genny a Carogna arrestato: intervento della Digos dopo finale Coppa Italia