La Juventus ha vinto il suo terzo Scudetto consecutivo. Un successo incredibile, ottenuto senza giocare vista la contemporanea sconfitta della Roma a Catania. Ancora campioni d’Italia, un dominio che sembra non placarsi. Ma tutto questo potrebbe non bastare per trattenere in panchina Antonio Conte. Ancora fatica ad andare giù, infatti, il boccone amaro dell’eliminazione dall’Europa League, avvenuta giovedì per mano del Benfica.

Siamo alle solite: Juventus padrona in Italia ma mai vincente in Europa. Manca il salto di qualità, cosa che potrebbe portare Antonio Conte a rivalutare il suo futuro se non dovessero arrivare gli acquisti giusti. La posizione del tecnico resta salda nella considerazione della società, ma manca ancora l’intesa sul rinnovo: l’attuale accordo scadrà nel 2015, ma Conte vuole un aumento considerevole (c’era un accordo sulla parola tra le parti) e una programmazione sul mercato chiara.

Quello che chiede Conte sono tre acquisti di primo livello per rincorrere un sogno chiamato Champions League; e funzionali per poter cambiare anche modulo e passare al 4-3-3. Dunque, ecco salire in cima alla lista dei desideri Lulic, Pereyra e Nani, anche se restano sempre vivi i nomi di Alexis Sanchez, Luis Suarez ed Edinson Cavani, tre nomi ovviamente fuori dai canoni economici della Juventus ma indispensabili per Antonio Conte, che vedrebbe di buon occhio anche l’approdo di Mario Mandzukic, attaccante del Bayern Monaco che, con l’arrivo di Robert Lewandowski, troverà sempre meno spazio nelle rotazioni di Pep Guardiola.