La Juventus batte il Crotone e si laurea campione d’italia 2016/2017. Si tratta del 33esimo scudetto per la Vecchia Signora, il sesto consecutivo: impresa che non era mai riuscita a nessun club di Serie A.

Senza storia la gara col Crotone. Dopo 12′ i bianconeri sono già in vantaggio: volata di Cuadrardo sulla destra, cross e piattone vincente di Mandzukic. Il raddoppio è del minuto 38: calcio di piunizione battuto da Dybala dai 25 metri e sinistro che non lascia scampo a Cordaz.

Il secondo tempo scivola via senza particolari emozioni. L’inizio della ripresa è lento e i bianconeri vanno agevolmente in controllo della partita e la formazione calabrese non riesce a rendersi pericolosa.

Nel finale Allegri dà spazio a Barzagli e Lemina, che rilevano Cuadrado e Marchisio. Ad una manciata di minuti dalla fine arriva pure il tris, che porta la firma di Alex Sandro. Al 37′ l’esterno brasiliano colpisce di testa dopo un calcio d’angolo, la palla schizza sotto la traversa e rimbalza al di là della linea di porta: rete convalidata grazie alla gol line technology.

C’è ancora il tempo per vedere gli ultimi cambi: Acosty nel Crotone prende il posto di Rohden, Allegri toglie Pjanic e regala la passerella a Rincon. Finisce così. Juventus-Crotone 3-0, bianconeri campioni d’Italia.

Nonostante la sconfitta, il Crotone resta in corsa per la salvezza grazie alla contemporanea sconfitta dell’Empoli, che in casa ha ceduto il passo all’Atalanta. Domenica i toscani (32 punti) renderanno visita al già retrocesso Palermo, mentre la squadra di Nicola (un punto in meno) riceverà la Lazio. Il Genoa invece vince per 2-1 col Torino e si salva aritmeticamente.