Scenari decisamente differenti quelli disegnati dall’anticipo pomeridiano della 35a giornata di Serie A nel quale si affronteranno Juventus e Cagliari con i bianconeri pronti a festeggiare, vada come vada, uno scudetto già conquistato in casa propria davanti al proprio pubblico al completo grazie alla sospensione della squalifica della curva sud dello Juventus Stadium comminata in merito ai fatti del derby della Mole e i sardi che guardano con occhi ancora colmi di speranza un’agognata quanto complicata permanenza nella massima serie, con l’Atalanta lontana 6 punti, impegnata domani a Palermo, e con un countdown che indica -4 giornate alla fine del campionato. Anche a giochi fatti non sarà impresa semplice battere una Juve che vuole comunque ben figurare davanti ai suoi tifosi, oltretutto Allegri vuole tenere ancora alta la tensione in vista del fondamentale match di ritorno di Champions League contro il Real Madrid della settimana prossima.

Proprio in considerazione della sfida basilare in programma mercoledì 13 maggio sarà obbligatorio per la Juventus fare turn-over. La notizia più confortante è il ritorno in squadra di Pogba dopo l’infortunio, al quale ovviamente mancano i minuti nelle gambe e per questo motivo non è escluso un suo impiego nel match col Cagliari. Allegri riazzarda il 4-3-3  facendo riposare le sue pedine importanti. Indifesa ci saranno Barzagli e Ogbonna al centro della difesa con Padoin e De Ceglie laterali. A centrocampo Marchisio prenderà il posto di Pirlo in cabina di regia mentre Pereyra e Sturaro fungeranno da mezzali. In attacco potrebbe ripresentarsi il tridente Pepe, Coman e Matri con quest’ultimo al centro dell’offensiva bianconera.

Festa si gioca tanto a Torino, i tre punti sono d’obbligo per cercare di accorciare le distanze con i bergamaschi, dovrà però rinunciare a Dessena e Mpoku squalificati. Il 4-3-1-2 del tecnico di Monserrato prevede Ceppitelli e Rossettini in posizione di centrali difensivi con Balzano e Avelar ai lati. Il centrocampo sarà guidato da Crisetig e Ekdal mentre a Joao Pedro, preferito a Cossu, viene affidata la trequarti. Il tandem offensivo sarà invece costituito dalla coppia Farias e Cop con l’autoctono Sau pronto a subentrare nel secondo tempo.

Juventus (4-3-3): Storari; Padoin, Barzagli, Ogbonna; Pereyra, Marchisio, Sturaro; Pepe, Matri, Coman. All. Allegri.

Cagliari (4-3-1-2): Brkic; Balzano, Ceppitelli, Rossettini, Avelar; Donsah, Crisetig, Ekdal; Joao Pedro; Cop, Farias. All. Festa.