Antonio Conte e Leonardo Bonucci potrebbero tornare a lavorare presto insieme, con un’offerta altisonante per la Juve.

STRISCIA NEGATIVA

L’allenatore italiano del Chelsea sta vivendo un periodo difficile, avendo perso due match di notevole richiamo. Un calo di rendimento che fa piangere la classifica, con le altre big che vanno forte. Il cambio di guida tecnica sarebbe dovuta servire a dare nuove motivazioni ai londinesi, che avevano dato probabilmente tutto con Mourinho.

GRANDI SOLO SULLA CARTA

Il rapporto continuerà invece, con sforzi raddoppiati. Secondo il “Daily Mail” il presidente russo avrebbe promesso ingenti spese già nella finestra di mercato invernale per rinforzare la rosa, il cui valore è stato messo discussione dai passi falsi. Amarezza di Antonio evidente al termine della sfida persa contro l’Arsenal di Wenger. “Il Chelsea una grande squadra? Sì, ma lo è solo sulla carta, non sul campo. Dobbiamo lavorare sodo e con umiltà per risalire. Errori dei singoli? Non mi va di parlarne: vinciamo e perdiamo come una squadra”, aveva detto il tecnico italiano, visibilmente deluso per la pessima prestazione offerta dalla sua squadra all’Emirates Stadium. Poi il 2-0 all’Hull City che ha risollevato il morale.

PROPOSTA DA 68 MILIONI

I problemi maggiori sono in difesa, che non riesce proprio a trovare solidità senza John Terry. Non è un caso che il periodo difficile dei londinesi sia coinciso con l’infortunio del capitano. Ivanovic, Cahill e Davi Luiz, appena ripreso dal Psg, hanno finora deluso. Un trio di cui si fa beffe pure il web. Obiettivo principale dei Blues Leonardo Bonucci. In base a quanto racconta il Daily Telegraph il tecnico salentino sarebbe disposto a mettere sul piatto 68 milioni di euro già a gennaio per strappare il difensore centrale ai bianconeri. Sempre secondo la stampa britannica, i dirigenti delle due squadre si sarebbero incontrati nei giorni scorsi a Londra.