Un’altra vittoria galvanizzante quella di Champions League maturata allo Stadium contro il Siviglia per questa Juventus che nell’inizio di stagione sembra maggiormente concentrata sull’Europa che sulle vicende del campionato peninsulare nel quale, ferma a soli cinque punti dopo sei giornate, sembra già tagliata fuori dalla bagarre per occupare le posizioni di vertice. Bagarre che francamente ci saremmo aspettati come al solito “gestita” dallo scettro bianconero che in questi ultimi anni ha sempre con autorità imposto la legge del più forte. E riprende dallo Stadium il percorso di campionato nel quale la Juve trova un’altra squadra demoralizzata da una classifica deficitaria: il Bologna neopromosso.

Con Lichtsteiner alle prese con l’intervent cardiaco, Allegri decide di affidarsi a una linea difensiva a tre, inserita in un 3-5-2, con Barzagli, Bonucci e Chiellini. Aver ritrovato Khedira dopo l’infortunio ha significato per la Juventus ritrovare anche un certo equilibrio a centrocampo, apparso più solido e compatto contro il club andaluso in Champions, grazie a una presenza molto più “stabilizzata” da parte di Pogba e Hernanes, che vengono riproposti anche contro gli emiliani. Evra e Cuadrado agiranno come esterni di centrocampo mentre il tandem offensivo, con Mandzukic ancora indisponibile, sarà composto da Dybala e Morata.

Solidità ma anche snellezza per le ripartenze nell’undici proposto da Delio Rossi che per l’occasione dovrebbe far perno su un modulo mobile con un 4-2-3-1 di partenza con una linea difensiva costituita da Oikonomou e Gastaldello centrali e Ferrari e Masina esterni. In mediana fortemente probabile la presenza dalla coppia Pulgar (in ballottaggio con Brighi) e Diawara, mentre Brienza agirà al solito sulla trequarti a ridosso della punta pura Destro affiancato dagli esterni Mounier (capocannoniere a sorpresa dei rossoblu con 2 reti) e Rizzo.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Khedira, Hernanes, Pogba, Evra; Dybala, Morata. All. Allegri.

Bologna (4-2-3-1): Mirante; Ferrari, Oikonomou, Gastaldello, Masina; Pulgar, Diawara; Mounier, Brienza, Rizzo; Destro. All. Rossi.