UPDATE!! ore 23.30: la Roma vince 1-0 al Franchi contro la Fiorentina. Il distacco tra la capolista Juve e i giallorossi è di 8 punti

Con un po’ di fatica la Juventus riesce a sconfiggere 1-0 il Bologna e si porta a 90 punti in classifica di serie A. I bianconeri sono momentaneamente a 11 lunghezze di vantaggio sulla RomaI giallorossi saranno impegnati alle 20.45 nella complicata trasferta esterna contro la Fiorentina.

E’  un periodo fondamentale della stagione bianconera. Conte lo sa e afferma  ’tranne nel quinquennio, la Juve non ha mai vinto tre scudetti di fila’.  Dichiara poi  ’lo scudetto è un obiettivo. Sarebbe fantastico centrare il tris. E l’altro obiettivo è l’Europa, siamo gli unici italiani ad essere rimasti‘. Anche Bonucci manifesta la volontà di conquistare un trofeo internazionale ‘vogliamo alzare la coppa‘ . Oggi il tecnico salentino schiera la Juventus con il 3-5-2 . Davanti a Buffon, il terzetto difensivo è composto da Barzagli, Ogbonna e Chiellini. Sulla corsia di destra agisce Isla, mentre su quella di sinistra trova spazio Asamoah. Nel cuore del centrocampo ci sono Pogba, Pirlo e Marchisio. In attacco viene confermata la coppia Giovinco-Llorente. Ballardini risponde con il 3-5-1-1. In questo sabato di Pasqua, lo Stadium fa registrare una discreta presenza di pubblico. Prima del match Conte chiede il supporto dei tifosi bianconeri ‘mi auguro che lo Juventus Stadium sia caldo, i tifosi devono capire l’importanza del momento‘. In curva è presente anche Bonucci. I Campioni d’Italia provano da subito a rendersi pericolosi, ma la conclusione di Pogba è troppo debole. La Juve cerca di schiacciare il Bologna e, con pazienza, di trovare l’imbucata giusta. All’ 11′ ancora il Polpo sfiora l’1-0 di testa. Il tempo scorre e i ragazzi di Conte non riescono a pescare la giocata vincente. Il tecnico salentino chiede giustamente ai sui giocatori di alzare il ritmo e di essere più cattivi. Al 38′ Giovinco si incunea nell’area emiliana, prova a servire Llorente, ma il navarro non riesce ad arrivare in tempo all’appuntamento con la sfera. Dopo la buona prestazione di Udine, destava curiosità il tandem offensivo composto da lui e Giovinco. I due non regalano le giocate ammirate a Udine. Nonostante tutto la Formica Atomica è molto attiva e gioca con lo spirito giusto.

Probabilmente Conte nell’intervallo ha alzato la voce e i bianconeri iniziano la ripresa molto determinati e volenterosi. Cherubin trattiene Pirlo in area rossoblù, ma Giacomelli non concede il penalty. Il pubblico si fa sentire e prova a sostenere la squadra cantando e incitandola. Quello dei Campioni d’Italia è un assedio, ma il Bologna riesce a chiudersi. Al 18′ Pogba trova la giocata vincente. La sua magnifica conclusione beffa Curci e si infila in rete. E’ 1-0. Lo Stadium è una bolgia e lancia un chiaro messaggio ‘non si vende Pogba‘ . I bianconeri non si fermano e Isla va vicinissimo al raddoppio. Negli ultimi minuti il Bologna cresce e prova a rendersi pericoloso dalle parti di Buffon, ma non riesce a trovare il gol del pareggio. La Juve vince. Conte e lo Stadium esplodono. Questa è una vittoria dal profumo di scudetto.