Juventus-Bologna 3-0 e gara senza storia allo Stadium, dove i bianconeri conquistano una vittoria che permette di rimettere Roma e Napoli a distanza di sicurezza.

Dopo appena 7′ la Vecchia Signora può già esultare. L’assist è di Pjanic, la girata al volo di Higuain e la palla si spegne per la prima volta nel sacco alle spalle di Mirante.

I felsinei cercano una risposta che non trovano: le conclusioni di Di Francesco sono troppo velleitarie per impensierire realmente la difesa bianconera, schierata a 4 con Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini e Asamoah e alle cui spalle c’è Neto, sostituto dell’influenzato Buffon.

Al minuto 40 Juventus al raddoppio. L’ingenuità è di Oikonomou che butta a terra Sturaro: rigore trasformato per Dybala per il 2-0 che chiude di fatto la gara.

L’inizio del tempo è ancora fatale alla squadra di Donadoni: combinazione Pjanic-Lichtsteiner e palla al centro per la testata vincente di Higuain.

Con questa vittoria, la Juventus batte il record di vittorie consecutive casalinghe in serie A: ben 26. Una serie cominciata, guarda caso, proprio contro il Bologna. Un 3-1 del 4 ottobre del 2015.

I bianconeri chiudono dunque il girone d’andata con 45 punti, 4 in più rispetto alla Roma, sette di vantaggio sul Napoli. Numeri che non tengono conto ancora della gara che la squadra di allegri dovrà recuperare contro il Crotone.