Allo Stadium, la Juventus non riesce ad andare oltre lo 0-0 contro il Benfica, e dopo il 2-1 subito nella gara di andata, viene eliminata dall’Europa League. La finale sarà Siviglia-Benfica. Buona prova di Pogba che si dimostra uno dei più attivi. Prova negativa per Llorente che non viene servito come vorrebbe dai compagni e vive una delle sue peggiori serata in maglia bianconera. Pessima direzione di gara dell’arbitro Clattenburg che ha permesso ai lusitani di tenere un comportamento ostruzionistico per tutta la partita. Ha poi deciso di dare 6 minuti di recupero, ma il tempo effettivo di gioco della ripresa è stato davvero risicato. La gara gli è completamente sfuggita di mano e si è creato più di un parapiglia. Non soddisfatto, non ha concesso un rigore ai bianconeri su fallo di mano di Markovic. Giusta scelta fischiare il fuorigioco a Pogba in occasione del gol di Osvaldo, ma in ogni caso pessima designazione. Nel post partita un Conte inviperito afferma ‘l‘arbitro ha permesso al Benfica di fare ostruzionismo dall’inizio alla fine. Evidentemente le loro lamentele preventive sono servite…Forse dovevamo piangere anche noi come loro. La loro tattica ci sta, ma doveva essere Clattenburg a impedirgli di adottarla. E anche oggi ci manca un rigore sacrosanto, dopo il mancato penalty ed espulsione su Chiellini dell’andata. Ci sentiamo presi in giro e anche l’Uefa dovrebbe rispettarci di più, mandandoci direttori di gara all’altezza’

Pagelle Juventus

BUFFON 6.5: sempre pronto, non sbaglia nulla. Subisce un colpo proibito da Markovic che in modo  scorretto non lo salta quando ha già bloccato la sfera in uscita bassa e lo colpisce al braccio. Stoicamente resiste al dolore e rimane in campo.

CACERES 6: è una validissima alternativa a Barzagli. E’ il più attivo della retroguardia bianconera. Negli ultimi istanti del match avrebbe anche l’occasione per segnare la rete che farebbe volare la Juve in finale, ma di fronte a lui trova un super Oblak che respinge il suo colpo di testa.

BONUCCI 6: prova qualche sventagliata delle sue, ma non sempre gli riescono. Sfiora il gol di testa, ma non è abbastanza.

(GIOVINCO 5.5: avrebbe l’occasione per far valere le sue qualità, ma non si rende mai pericoloso e fatica a trovare la giusta posizione in campo)

CHIELLINI 5.5: ci mette il solito cuore e la solita fisicità, ma a volta non è abbastanza. Soffre molto le capacità tecniche degli avversari.  

LICHTSTEINER 6: corre tantissimo. Si propone spesso in fase offensiva ed è una spina nel fianco della difesa avversaria. Solo davanti a Oblak fallisce una ghiotta occasione non riuscendo né a tirare al volo né a controllare la sfera. Questo sottolinea qualche suo limite tecnico.

VIDAL 6: uno dei bianconeri più pericolosi. Si inserisce spesso nella difesa avversaria e provoca più di un’apprensione alla Aquile. Luisao gli devia in corner un colpo di testa proprio sulla linea di porta. Lontano, però, dalla forma migliore.

(MARCHISIO 6: non si capisce perchè Conte l’abbia fatto entrare in campo così tardi. Pare uno dei giocatori più in condizione.)  

PIRLO 5.5: prova spesso la verticalizzazione, ma non gli riesce praticamente mai. Il Benfica si chiude benissimo e lui non trova la giocata vincente. Molto spesso sbaglia i lanci.

POGBA 6.5: il campione bianconero si dimostra ancora una volta uno dei migliori. Gioca una miriade di palloni ed è uno dei più attivi. Si è mostrato uno dei giocatori sul quale costruire il futuro anche a livello europeo. Prima di cederlo bisogna pensarci davvero tanto.

ASAMOAH 6: corre tantissimo. Si propone con discreta continuità e difende in maniera positiva. Nel finale si fa prendere un po’ dalla foga e sbaglia qualche passaggio di troppo.

TEVEZ 6: l’attaccante ci prova e ci riprova, ma questa sera non riesce a trovare la giocata vincente. Maradona è suo ospite sugli spalti, ma non gli porta fortuna. In ogni caso il suo atteggiamento è sempre positivo e propositivo.

LLORENTE 5: una giornata storta. Non viene servito come vorrebbe, fatica a tenere la sfera e a proporre le sue solite sponde ai compagni. Con le buone o le cattive Luisao e Garay lo riescono a contenere.

(OSVALDO n.g.)

All. CONTE 6: mette in campo la Juve migliore possibile, ma tarda a fare le sostituzioni. Questa eliminazione è molto dolorosa, tuttavia bisogna chiudere al più presto il capitolo scudetto e poi iniziare a pensare al futuro per costruire una squadra che possa dare soddisfazioni anche a livello internazionale. Tutto questo con Antonio Conte.

Pagelle Benfica: Oblak 7; Maxi Pereira 6; Luisao 6.5; Garay 6; Sequeira 6;  Enzo Perez 5; Amorim 5.5; Gaitan 6; (Salvio n.g.); Markovic 6.5 (Sulejmani n.g) Rodrigo 5.5 (Almeyda 6); Lima 5.5. All. Jorge Jesus 6.5

ARBITRO CLATTENBURG: 4