Tensione in casa Barcellona alla vigilia delle due sfide più importanti della stagione. La finale di Copa del Rey contro l’Athletic Bilbao e la sfida di Berlino del 6 giugno contro la Juventus.

I blaugrana vengono da un paio di giorni di riposo: lunedì sera cena a cui erano presenti tutti i calciatori (assenti dirigenti e tecnici), ieri giornata completamente libera.

Il nervosismo, però, è palpabile. A partire dalla sfuriata in conferenza stampa di Dani Alves che ha apostrofato un giornalista di Marca, che al momento di avanzare una domanda si è sentito rispondere: “Mi dispiace per te, ma il tuo giornale è immondizia. Passiamo avanti”.

Lo stesso Dani Alves che nella stessa conferenza ha attaccato la società blaugrana: “Non meritavo di essere trattato in questo modo. Non riporto la conversazione con il presidente per educazione. Il mio futuro lo saprete dopo il 7 giugno”. Uno tra Aleix Vidal e Cedric Soares potrebbe essere il suo sotituto nella prossima stagione.

Dani Alves ha parlato anche della finale di Berlino. “JUventus-Barcellona è una gara affascinante. Molti pensano che vinceremo facilmente, ma non sarà semplice e lo sappiamo”.

I saluti a Xavi

La cena è stata organizzata all’interno del ristorante Can Ferran per salutare degnamente Xavi. PAre che i calciatori abbiano chiacchierato molto del futuro del Real Madrid. L’addio a Carlo Ancelotti nonostante l’appoggio della squadra, in particolar modo di Cristiano Ronaldo, l’arrivo di Rafa Benitez, gentiluomo fuori, ma considerato un sergente di ferro all’interno dello spogliatoio.

Xavi qualche ora prima era stato ospite a pranzo dell’ex presidente blaugrana Joan Laporta (che nell’occasione non avrebbe svelato novità relative alla sua candidatura, o meno, alle prossime presidenziali blaugrana).

Il centrocampista saluterà tutti e si godrà il buen retiro in Qatar. Respinte al mittente le voci che lo volevano tentato dal Paris Saint Germain (su pressioni di Al-Khelaïfi, numero uno dei parigini, ma che ha mani in pasta anche nel calcio qatariota) e sdoganate da Le Parisien.

Niente da fare. Xavi non vuole correre il rischio di ritrovarsi contro il suo Barcellona, magari il prossimo anno in una sfida valida per la Champions League.

Juventus-Barcellona e i dubbi blaugrana

Ieri il presidente Bartomeu, partecipando ad un evento organizzato proprio dalla Fc Barcelona, ha accuratamente evitato domande a proposito sia del futuro di Dani Alves che quello di Luis Enrique, salutando i giornalisti ed i presenti una ventina di minuti prima della fine della manifestazione.

Oggi la ripresa degli allenamenti con Mathieu e Suarez che svolgeranno lavoro a parte. Juventus-Barcellona si avvicina, in mezzo l’Athletic Bilbao. La rabbia di Dani Alves, i dubbi di luis Enrique. Il sogno Triplete è ancora lontano.