Questa sera inizia l’avventura della Juventus in Coppa Italia. La squadra di Conte si giocherà allo Juventus Stadium l’ottavo di finale contro l’Avellino che si deciderà in gara secca. Dopo il match si saprà, quindi, il nome della prima squadra che approderà ai quarti.  Con l’eliminazione dalla Champions League, la Vecchia Signora avrà la possibilità di concentrarsi maggiormente su questo trofeo spesso un po’ snobbato dai nostri club. I bianconeri cercheranno di conquistarlo per la decima volta nella loro storia. I ragazzi di Conte hanno risposto alla batosta turca nel miglior modo possibile, dominando e vincendo 4-0 in campionato la sfida casalinga contro il Sassuolo (leggi qui le pagelle della gara) e, grazie al pareggio del Milan contro la Roma, aumentando il distacco dai giallorossi, secondi in classifica, che ora ammonta a cinque punti. Dopo avere ottenuto la promozione in serie B, l’Avellino è diventata una vera e propria protagonista della attuale cadetteria. Sorprendendo tutti e giocando un buon calcio gli irpini si trovano al quarto posto in classifica in coabitazione con la Virtus Lanciano in piena zona playoff. Nell’ultimo turno di campionato i Lupi hanno ottenuto un pareggio 1-1 a Trapani. La squadra di Rastelli giunge a Torino con la gioia e l’onore di potere sfidare la Juventus dopo quasi vent’anni (stagione 1995/1996).

Conte, che dovrà rinunciare allo squalificato Vidal e agli indisponibili Pirlo e Vucinic, schiera la Juventus con il 3-5-2 e si affida a un ampio turnover. In porta dovrebbe esserci Storari che collezionerebbe la sua seconda presenza stagionale. Nel terzetto difensivo potrebbe esserci spazio per Caceres, Ogbonna e Peluso. Sulla corsia destra dovrebbe esserci  Isla, ma il tecnico pugliese potrebbe decidere di inserire Lichtsteiner nell’undici titolare, facendogli accumulare importante minutaggio dopo l’infortunio. L’out di sinistra pare, invece, sarà occupato da De Ceglie. In mezzo al centrocampo dovrebbe esserci Marchisio insieme a Padoin e Bouy. La prestazione del giovane olandese rappresenterebbe motivo di grande interesse per Conte. In attacco dovrebbero trovare spazio Quagliarella e Giovinco. Rastelli dovrà rinunciare agli indisponibili Terracino e Fabbro. L’allenatore degli irpini pare orientato a confermare il 3-5-2. Davanti al giovane e interessante portiere Seculin potrebbe esserci un trio difensivo composto da  Izzo, Peccarisi e Bittante, ma attenzione al possibile recupero di Fabbro. Sulla corsia di destra dovrebbe esserci spazio per Zappacosta. Sulle tracce del calciatore ci sono alcuni importanti club tra i quali proprio la Juventus. A sinistra potrebbe trovare spazio Millesi. Nel cuore del centrocampo dovrebbero agire Schiavon, capitan D’Angelo (con anche compiti di regia) e Arini. In attacco Rastelli dovrebbe schierare la coppia Castaldo-Soncin, non è da escludere completamente la presenza da titolare di Galabinov. Il tecnico dei campani potrebbe anche decidere di utilizzare il 4-4-2. Dirigerà la sfida Irrati della sezione di Pistoia.

Juventus (3-5-2): Buffon, Caceres, Ogbonna, Peluso, Isla, Padoin, Marchisio, Bouy, De Ceglie, Quagliarella, Giovinco. All:Conte

Avellino (3-5-2): Seculin, Izzo, Peccarisi, Bittante, Zappacosta, Schiavon, D’Angelo, Arini, Millesi, Castaldo, Soncin. All: Rastelli.