L’andata degli ottavi di finale di Champions League in programma martedì 24 febbraio che vede la Juventus impegnata contro il Borussia Dortmund offre un inedito friday night di campionato allo Juventus Stadium dove i bianconeri sono chiamati ad affrontare l’Atalanta. La 23a giornata di Serie A ha mosso poco la classifica, soprattutto nei quartieri altissimi e il pari casalingo della Roma contro il Parma ha consentito alla Juve di mantenere invariato il divario ma Allegri ha mostrato di non aver gradito affatto l’approccio mentale della gara al Manuzzi contro un gagliardissimo Cesena.

Juve. Il tecnico livornese si vede obbligato a dosare forze ed energie in vista della Champions. Vidal collocato a riposo per un’infiammazione al tendine dell’adduttore, al su posto pronto Pereyra che agirà sulla trequarti. Un altro assente di lusso potrebbe essere Pogba che, diffidato, non verrà molto probabilmente impiegato per non rischiare di perderlo nella supersfida contro la Roma del 2 marzo. Spazio dunque all’esordio di Sturaro a centrocampo (ma potrebbe esserci anche Padoin) mentre Morata affiancherà Tevez nel tandem d’attacco.

Atalanta. I bergamaschi quartultimi in classifica a 23 punti non possono permettersi ulteriori passi falsi e non affrontano di certo la Juventus nel momento migliore. Colantuono deve fare i conti con uno spogliatoio decimato tra infortunati e squalificati. Manca praticamente almeno un giocatore chiave in ogni reparto con Maxi Moralez fuori per venti giorni dopo l’infortunio subito contro l’Inter, Benalouane, Carmona e Pinilla costretti a saltare il turno per la disciplinare. Fortunatamente l’Atalanta dispone di una delle rose più guarnite del campionato, così che al centrocampo penseranno Cigarini e Baselli e davanti Denis e Gomez seconda punta (a disposizione Bianchi e Boakye).

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini, De Ceglie; Sturaro, Pirlo, Marchisio; Pereyra; Morata, Tevez. All. Allegri

Atalanta (4-4-1-1): Sportiello; Bellini, Masiello, Stendardo, Del Grosso; Zappacosta, Cigarini, Migliaccio, Baselli; Gomez; Denis. All. Colantuono