Il successo nel secondo turno della fase a gironi di Champions League della Juventus contro il Siviglia, sulla scia della vittoria precedente a Manchester col ManCity, conferma che il club bianconero in Europa è vivo più che mai e che probabilmente sta concentrando le sue forze proprio sulla Champions per cercare di regalare ai tifosi un titolo che manca da vent’anni in bacheca. Juventus dunque “bipolare”, considerando che poi a livello internazionale non è proprio una passeggiata? Può darsi. Come può darsi che in campionato non abbia ancora trovato gli equilibri giusti.

Comunque non persuade per nulla l’idea di una Juve destrutturata, in crisi e senza gioco, perché a conti fatti una squadra che produce il maggior numero di tiri verso la porta avversaria non è un sintomo di malattia o di crisi, il vero problema sembrerebbe la fase realizzativa, quella sì, davvero problematica, almeno per ora. È ciò che Massimiliano Allegri tenta di spiegare con le parole rilasciate nel dopo-partita allo Stadium: “I ragazzi hanno disputato una bella partita, sia a livello difensivo che tecnicamente. Siamo una squadra che deve crescere, imparare a capire il momento. Abbiamo giocato i 25 minuti iniziali con grande intensità, ma non siamo riusciti a segnare. Poi è calato un po’ il ritmo ed è arrivato il gol. Nella ripresa siamo stati ancora più bravi a gestire la gara. Le critiche che abbiamo ricevuto in questi giorni non mi interessano, sono convinto delle mie scelte e credo ci aver ottenuto buoni risultati“.

Oltre alla fase di crescita della squadra, fondamentale, il tecnico bianconero ha anche sottolineato l’amalgama del tutto nuovo del reparto offensivo, che sta cominciando a dare i suoi frutti: “Abbiamo saputo gestire la partita come una squadra matura. Non bisogna dimenticare che in avanti avevamo due giovani come Morata e Dybala, che ci assicurano un grande futuro. Anche Cuadrado è stato positivo, è un giocatore importante che ha velocità e tecnica nell’uno contro uno. Se riuscirà ad entrare maggiormente negli schemi della squadra potrà fare ancora meglio, diventando immarcabile“.

E a suggellare l’ottima prestazione è arrivato anche un tweet da parte di mister Allegri, di grande incoraggiamento per il momento difficile, a pochi giorni dal match di campionato contro il Bologna: “Pratici e intelligenti, i risultati si ottengono con impegno e testa, senza mai farsi prendere dalla fretta“.

https://twitter.com/OfficialAllegri/status/649340183897317376