Consapevole di giocarsi molto questa sera al Borussia Park contro il Mönchengladbach in Champions League, poiché il pari a Torino del confronto precedente contro i tedeschi non ha soddisfatto l’ottimo percorso europeo della Juventus finora, mister Massimiliano Allegri ha esordito così in conferenza stampa: “Il Borussia è in un ottimo momento. Delle ultime partite, ne ha vinte sei in Bundesliga, ha avuto la meglio nella sfida di coppa e ha pareggiato contro di noi. Noi in Italia non abbiamo mai vinto due gare di fila e domani questa partita sarà molto importante per il passaggio del turno, è questo l’obiettivo principale. Ma i giochi non sono ancora fatti, mancano tre partite e ci sono diversi punti in palio, quindi è un girone ancora tutto aperto“.

I tre punti risulterebbero decisivi sia per il passaggio del turno in Champions, sia per ritrovare definitivamente fiducia e autostima in campionato: “In questo momento dobbiamo trovare per forza una sequenza di risultati positivi e cercare di concludere il girone nel migliore dei modi. Quando cambi dieci giocatori in una squadra, è normale che vada trovata l’alchimia. Nelle difficoltà abbiamo pagato un po’ con delle prestazioni non buone e un po’ delle situazioni che nel calcio capitano, come prendere gol al primo tiro in porta. Anche quando non giochi al massimo, devi sopperire con il carattere“.

Non fa pretattica a oltranza Allegri però ovviamente non si sbilancia sul possibile impiego di  Stephan Lichtsteiner, ora che lo svizzero è tornato in organico dopo i problemi cardiaci: “Non ho ancora deciso la formazione, ho un po’ di dubbi. Hernanes può giocare, Lichtsteiner è tornato a disposizione. Domani potrebbe essere in panchina o addirittura giocare“.