Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, non nasconde la voglia di portare a Torino, nella sessione di calciomercato, il centrocampista della Roma, Miralem Pjanic. Presente negli studi di Sky Sport, l’ex allenatore di Cagliari e Milan parla della stagione appena conclusa: “Io ho sempre iniziato le stagioni a rilento: con il Cagliari fu una tragedia, con il Milan il primo anno abbiamo fatto 8 punti in 5 partite – spiega -. Il secondo anno, pure peggio, infatti alla fine abbiamo perso lo scudetto…”.

Poi ancora sulla stagione: “All’inizio abbiamo avuto un atteggiamento sbagliato: se uno è molle, magari gli avversari ti fanno gol da 30 metri. Un episodio simbolo è il secondo gol che abbiamo subito a Roma. Se si guarda la reazione dei giocatori, ci si rende conto che non si era ancora dentro la stagione”.

Poi si parla già della prossima stagione: “Dovrò iniziare meglio, avere una gestione diversa, anche per evitare infortuni – ammette -. All’orizzonte, però, c’è il sesto scudetto da vincere: sarà una sfida con noi stessi”. E sul mercato pensa a Pjanic: “È uno dei più bravi centrocampisti in Europa, ma io non l’ho mai chiamato – puntualizza -. Non mi sarei permesso”.