Alla vigilia del big match contro la Roma, sfida delicatissima per consolidare la posizione di vertice della Juventus (e, dall’altra parte per confermare alla squadra allenata da Spalletti di essere ancora in corsa per il titolo) Massimiliano Allegri in conferenza stampa come primo argomento del suo intervento affronta le voci del mercato che lo hanno riguardato da vicino di recente con la “sparata” del Sun che lo avrebbe dato in pole position per allenare il Chelsea nella prossima stagione: “Ora penso a campionato, Coppa Italia e Champions con la Juve. Qui sto bene, poi è normale che se alleni la Juventus e ottieni risultati il tuo nome finisce nel calderone del mercato“.

Proprio in chiave di corsa scudetto domenica sera nella sfida con i giallorossi la Juventus potrebbe annichilire le speranze della Roma, allontanandola forse definitivamente dai giochi, ma Allegri affronta con molta cautela la questione: “Per come la vedo io, i giallorossi sono ancora in corsa per lo Scudetto. Hanno appena cambiato allenatore, hanno grande voglia di ripartire e con gli accorgimenti di Spalletti miglioreranno. La Roma può fare un filotto di vittorie e rientrare nel gruppo delle prime: ha i singoli per farlo“. Invece, per quanto riguarda la concorrenza, anche in riferimento ai movimenti di mercato: “Non ho paura degli acquisti degli altri, guardo alla Juventus. Intanto recuperiamo Lemina e Pereyra tra poco, loro saranno i nostri primi acquisti di gennaio. E Caceres rimane, non c’è nessun dubbio“.

Poi, sempre in modo molto obiettivo e prudente, si diffonde sul discorso obiettivi stagionali: “Finora non abbiamo centrato nessun obiettivo, se non quello parziale di essere a marzo in corsa per tutti e tre. Per vincere il campionato, però, bisogna fare un certo numero di vittorie sperando che il Napoli, che sta facendo bene, molli un po’ – prosegue Allegri -. Spero che domani sarà una bella partita fuori e dentro il campo. Abbiamo una rosa importante, ritroviamo Barzagli, oltre al recupero di Pereyra. Lo stesso Lemina sta lavorando per rientrare. Champions? Abbiamo un ottavo bellissimo con il Bayern e possiamo passarlo”.