Il Manchester City continua a fare un pressing molto alto su Leonardo Bonucci. La società inglese, oltre ad aver avviato i contatti con il club e con l’entourage del giocatore, ha deciso di sferrare anche un’offensiva mediatica. D’altra parte, nell’epoca dei social, ci si può aspettare che un colosso calcistico usi anche questi mezzi per far capire che è fortemente interessato a un calciatore. Nella fattispecie, durante la rassegna stampa mattutina, gli addetti alla comunicazione del club, hanno fatto un riassunto su tutte le voci di mercato riguardanti il Manchester City. Fin qui non ci sarebbe assolutamente niente di male, se non fosse che tutte queste voci hanno un minimo comune denominatore: Leonardo Bonucci. Che sia il primo obiettivo per rifondare la difesa dei citizens per il nuovo allenatore Pep Guardiola, non ci sono davvero più dubbi.

Proprio inerente la rassegna stampa, il titolo che i media manager hanno pensato di mettere come titolo del post di giornata è stato “La Juve potrebbe lasciar partire Bonucci? L’Express pensa di sì”. Che i citizens stiano cercando di dare degli indizi piuttosto eloquenti sia ai tifosi che alla stampa? In realtà, da quanto possiamo apprendere, la situazione non è cambiata poi molto in casa Juventus: i bianconeri hanno già rispedito al mittente una prima offerta per il centrale difensivo e non si siederanno a parlare con nessuno che si presenti con meno di 60 milioni di euro. Eppure i bianconeri, almeno fino a questo momento, non hanno manifestato neppure l’intenzione di prolungare il contratto di Bonucci, anche se Allegri ha lanciato un messaggio chiaro al suo giocatore: «Se va via, deve sapere che lascerà una delle migliori 4 squadre d’Europa». Al momento la Juve non ha bisogno di venderlo a tutti i costi, ma è chiaro che di fronte a un’offerta importante, si siederebbe a discutere col City. Il quotidiano inglese Express fa leva soprattutto sull’ingaggio che il centrale difensivo potrebbe andare a percepire passando alla corte di Guardiola: si parla di 40 milioni di euro in cinque anni, oltre il doppio di quanto andrebbe a prendere in bianconero. Potrebbe essere questo a far pendere l’ago della bilancia verso l’Inghilterra?