Giorgio Chiellini mette in allarme la Juventus e tutti i tifosi, ammettendo che ancora non sa se a Frosinone, domenica sera, scenderà in campo.

A margine della conferenza stampa di presentazione della sua biografia social, redatta assieme ai tifosi sulla piattaforma eFanswer, il difensore bianconero ammette: “Sto bene, contro il Genoa non ero al massimo a causa di un affaticamento muscolare all’adduttore; non ero tranquillo e sicuro e quindi abbiamo scelto di non rischiare perché non mi sentivo di giocare; in questi giorni lavorerò con la squadra e valuteremo. Ho giocato tanto, è stato un periodo impegnativo nelle ultime due settimane e quindi ho un’età nella quale bisogna anche saper recuperare”.

E’ fisiologico non riuscire ad esprimersi al 100% in tutte le partite: “Veniamo da un periodo intenso ed era impensabile riuscire a vincere tutte le gare 4-0 – prosegue Chiellini – abbiamo inoltre trovato un avversario in buona salute che ci ha messo in difficoltà nella costruzione del gioco. Ora inizia il periodo più difficile di questo mini ciclo con il Frosinone. Gennaio è stato un tour de force, abbiamo bisogno di recuperare energie”.

Poi prosegue: “Arrivavamo da due prove come il 3-0 all’Inter e lo 0-4 al Chievo, non è da tutti i giorni, un minimo magari pensi che sia tutto facile, anche inconsciamente. Poi abbiamo trovato Genoa, squadra in salute. Zaza? Abbiamo un buonissimo rapporto e Simone in questi mesi è migliorato tantissimo. Ma il suo più grande difetto è che è un testone ed è permaloso, ma nonostante tutto ti ascolta e migliora. Ieri ha dato una svolta alla partita, il suo ingresso ha rianimato una squadra in quel momento in difficoltà. Ma deve imparare a gestire alcuni momenti della partita. Ha colpi importanti, ho molta fiducia in lui ovviamente limitando eccesso di foga che vengono dalla sua voglia di strafare”.