La Juventus ha di fatto definito l’operazione che porterà il centrale difensivo Mehdi Benatia alla corte di Massimiliano Allegri: l’amministratore delegato Beppe Marotta e il direttore sportivo Fabio Paratici hanno concluso l’affare con il Bayern Monaco sulla base di un prestito oneroso (intorno ai due milioni) con riscatto obbligatorio a 18 milioni, quasi certamente legato al numero di presenze che il marocchino riuscirà a collezionare in maglia bianconera. Secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport, Benatia potrebbe essere annunciato già all’inizio della prossima settimana, si parla addirittura di martedì o al più tardi mercoledì.

Mehdi Benatia sarà in assoluto il primo marocchino nella storia della Juventus. Per lui è pronto un contratto quadriennale da 3 milioni più bonus a stagione, dunque andrà a percepire qualcosa in meno rispetto a quanto prende attualmente al Bayern Monaco. A quanto pare a nulla sono servite le “interferenze” del Milan negli ultimi giorni: a quanto pare i rossoneri avevano puntato il forte centrale difensivo per garantire a Montella un rinforzo di grande qualità da affiancare a Romagnoli, ma ormai i bianconeri e i bavaresi sono già d’accordo su tutto. Arrivati a questo punto, appare davvero difficile che l’affare possa saltare, il Milan è arrivato troppo tardi, ormai il giocatore sembra sempre più indirizzato sulla strada che porta a Torino. Da Corso Galileo Ferraris trapela una certa sicurezza nella buona riuscita dell’operazione, che, lo ripetiamo, di fatto è chiusa.

Per il difensore centrale si tratterebbe di un ritorno nel nostro campionato: debutta nel nostro campionato nel settembre 2010 con la maglia dell’Udinese, squadra con cui rimane per tre anni fino al trasferimento alla Roma di Rudi Garcia. In giallorosso resta solo una stagione, ma tanto gli basta per far vedere a tutti le sue incredibili doti difensive e – perché no – anche realizzative: spesso e volentieri si fa trovare davanti alla porta, dove realizza cinque gol. Pep Guardiola si accorge di lui e nell’estate del 2014 lo porta al Bayern Monaco, dove però non riesce a incidere quanto vorrebbe. Ora per lui si prospetta una nuova avventura nel campionato italiano, nuovamente con i colori bianconeri, ma stavolta della Juve.