D’accordo, parlare di un possibile acquisto in attacco quando ne stai presentando un altro, ovvero Fernando Llorente, non sarebbe stato il massimo dell’eleganza. Fatto sta che Beppe Marotta (foto by InfoPhoto) ha colto l’occasione per fare il punto sullo stato del reparto offensivo bianconero, dicendosi soddisfatto del numero e della qualità degli attaccanti e chiudendo la porta in faccia a Stevan Jovetic:

Era un’ipotesi, ma ci sono state delle difficoltà. Davanti ora siamo al completo e ad oggi non lo stiamo più seguendo. Ma nel calcio le cose possono cambiare

Le difficoltà di cui parla Marotta, si sa, sono gli attriti tra la Juventus e la Fiorentina – non tanto per ciò che riguarda la dirigenza, quanto per la proprietà. I Della Valle si sono impuntati: vogliono 30 milioni cash per il montenegrino e non accettano di far sconti a nessuno, men che meno alla Juve, con la quale sono in rotta dall’anno scorso (vedi caso Bendtner). Il guaio è che, così facendo, si sono infilati in un cul-de-sac: la Juve si è mossa su altri obiettivi e ora ha ancora meno fretta di prima; di contro, la Fiorentina si trova con un giocatore ormai mentalmente fuori dal progetto e senza i soldi per arrivare a Mario Gomez, il sostituto designato. Data la situazione, non è fantasia leggere nelle parole di Marotta un ulteriore avviso ai naviganti: non abbiamo più così bisogno di Jovetic e di certo non a quelle condizioni. La palla, ora più che mai, passa ai Della Valle.