Il presidente della Roma, James Pallotta, in chat con i tifosi giallorossi ha ammesso che la squadra lotterà per lo Scudetto.

Tramite la pagina ufficiale di Facebook del club, il “fucking president” (così si è autodefinito) ha risposto senza mezze misure. E la prima risposta è per la Curva Sud, che nell’ultimo comunicato aveva chiesto alla Roma una presa di posizione sulle misure di sicurezza adottate dal prefetto Gabrielli: “Giuro sulla tomba di mio padre che stiamo lavorando per aiutarvi – spiega Pallotta – io supporto al 100% la Curva Sud, ma non sosterrò mai chi causa problemi agli altri tifosi e alla squadra, ed era con questi che ce l’avevo quando ho parlato di ‘idioti’. Stiamo discutendo per sistemare le cose e non possiamo parlarne pubblicamente: non ho mai approvato la decisione di dividere la curva, che considero il cuore e l’anima della Roma. L’obiettivo della polizia è lasciare libere scale e cancelli e vietare petardi e bombe, ma le stanno bene cori e bandiere”.

Poi lancia un chiaro messaggio all’allenatore Rudi Garcia: “Abbiamo iniziato a costruire da due anni e mezzo una squadra più che adatta per vincere lo scudetto. Continuiamo a investire nei giovani, per creare squadre da titolo per il futuro. Florenzi? Vogliamo che rimanga a Roma per sempre, come Daniele e Francesco, perché lui è romano”.

Poi l’annuncio a sorpresa: “Abbiamo rinnovato il contratto di Strootman per dare un segnale di quanto crediamo in lui. Lo stadio? Non è cambiato nulla, consegneremo altri dossier nel prossimo mese alla Regione”.