James Pallotta accusa il Milan e la sua dispendiosa campagna acquisti in una intervista rilasciata a Sirius Xm. Secondo il presidente della Roma i rossoneri stanno vivendo ben oltre le loro possibilità.

“Il Milan? Non lo capisco? Hanno acquistato il club con 300 milioni presi a prestito da persone che conosco a Londra, poi stanno svolgendo una campagna acquisti faraonica, ma da dove prendono i soldi? Ad un certo punto pagheranno le conseguenze di questo comportamento”.

“Hanno dichiarato che questi investimenti servono alla qualificazione in Champions League, ma quando le spese degli stipendi saranno uguali ai ricavi non so cosa accadrà…chissà forse loro hanno un piano che un giorno scopriremo, ma di certo si stanno comportando in maniera del tutto irrazionale, un po’ tutti i club in Italia hanno un occhio ai conti, loro no…non li capisco…”.

Pallotta ha parlato anche di Sabatini: “Dopo i primi due anni ottimi avevamo bisogno di crescere, ma lui continuava a fare scambi. Chiesi a Baldini se ci fosse stata la possibilità di prendere Monchi. Poi ci sono state delle riunioni segrete ed alla fine abbiamo raggiunto un accordo”.

Su Rudi Garcia: “I giocatori si lamentavano, con lui non sono mai stati in una forma peggiore. Nainggolan? E’ un calciatore completo. De Rossi è responsabilizzato dalla fascia di capitano”.