Vi ricordate di Ivan Bodganov (foto by InfoPhoto), l’energumeno mascherato che nell’ottobre del 2010 guidò la truppa di ultras serbe nelle violenze che sconvolsero Marassi durante Italia-Serbia? Sarà presto liberato dalle autorità giudiziarie serbe. Ieri, infatti, la Corte di appello di Belgrado ha ridotto di un mese la condanna a due anni di reclusione inflittagli nello scorso novembre e che sarebbe dovuta scadere il prossimo 24 maggio (Bogdanov era rinchiuso in carcere dal maggio del 2011).

“Ivan il Terribile”, così come era stato soprannominato dalla stampa internazionale, non era in gabbia per i fatti di Genova (per quelli, la pena era stata tramutata in espulsione e divieto di ingresso in Italia per cinque anni), bensì per un altro episodio di violenza, ovvero l’aggressione ai danni di alcuni poliziotti risalente al giugno del 2006, nel corso di un tafferuglio gigantesco tra ultras di basket di Stella Rossa e Partizan Belgrado.