Sono caduti i veli sulla nuova promotion di MMA targata Alex Dandi, voce della UFC in Italia su Fox Sports, nonché creatore di Venator FC e promoter di alcuni degli eventi più spettacolari nel panorama delle mixed martial arts italiane. Il nome scelto è Italian Fighting Championship (IFC) e sarà la prima promotion al mondo “open source”, consentirà infatti a tutti coloro che sono interessati e motivati a far crescere le MMA in Italia di affiliarsi, beneficiando così di un accesso privilegiato al know how messo a disposizione da IFC, ma anche di proporre modifiche e miglioramenti.

Dandi, durante la conferenza stampa di presentazione tenutasi oggi a Milano, ha spiegato l’apertura di IFC usando quattro aggettivi: la struttura sarà trasparente (i bilanci saranno pubblici), sostenibile (grazie a un modello di business collaudato), condivisibile (la struttura è a disposizione di chi vuole diventare partner), modificabile (gli stessi atleti e gli appassionati di questo sport potranno proporre modifiche).

L’affiliazione e il sostegno a Italian Fighting Championship avverrà attraverso l’acquisto di una card del costo di 99 euro l’anno che, oltre a dei gadget (t-shirt e merchandising), darà diritto a sconti sugli eventi di MMA organizzati dalla promotion e soprattutto consentirà l’accesso all’esperienza dello staff dell’organizzazione, che affiancherà i suoi sostenitori laddove vogliano organizzare eventi sul territorio.

Alla card base da sostenitore si affiancherà anche la Founder Edition, una tessera vitalizia del costo di 1000€, che attesta lo status di “socio fondatore onorario” di IFC e che dà diritto a 1 biglietto VIP omaggio per sempre e a una serie di sconti su merchandising e attrezzatura tecnica.

Durante la conferenza stampa Alex Dandi ha annunciato anche i primi eventi in programma, ben 3 tra il 18 febbraio e il 5 maggio (due eventi a Milano e uno a Venezia), a cui ne seguiranno molti altri. L’obiettivo è infatti quello di organizzare almeno 7 eventi l’anno, con oltre 50 match professionisti e più di 80 match dilettanti, dando dunque un impulso notevole alla crescita e alla diffusione delle MMA in Italia, consentendo a tanti atleti di avere un palcoscenico importante dove mostrare le proprie doti di fighter e, perché no, ambire a combattere un giorno in UFC.

Italian Fighting Championship sembra avere tutte le carte in regola per rappresentare un punto di svolta nel panorama delle promotion di MMA italiane. Peccato solo che al momento, come confermato da Dandi in conferenza stampa, non  vi siano ancora degli accordi che garantiscano la trasmissione in TV degli eventi in programma, ma se l’accoglienza e i risultati delle prime card saranno incoraggianti è auspicabile che realtà come Fight Network Italia o Fox Sports possano presto acquistare i diritti di IFC.

Noi di Leonardo.it eravamo alla conferenza stampa di presentazione di Italian Fighting Championship e domani pubblicheremo una video intervista ad Alex Dandi che ci spiegherà le specificità della sua promotion e anche i motivi della rottura con Venator FC.