Niente da fare per l’Italia di Prandelli. Gli azzurri perdono per 1-0 con l’Uruguay e salutano Brasile 2014. Bocciato il duo formato da Balotelli e Immobile. Non ricordo un solo tiro in porta per tutto il match. Malissimo il centrocampo con un Pirlo fuori condizione e il solo Verratti a dare un po’ di brio. Buffon saluta i Mondiali con una prestazione magistrale. Un paio di interventi da cineteca.

PAGELLE ITALIA:

Buffon 8: super intervento su Suarez e Lodeiro a metà del primo tempo. Nella ripresa compie un miracolo su Suarez. Portiere straordinario. Non può nulla su Godin.

Barzagli 6: sempre il migliore dietro. Infonde serenità. Ma la squadra non gira e va a casa pure lui.

Bonucci 5: ottima spalla di Barzagli, ma in costruzione è una disgrazia. Non ricordo un suo appoggio giusto.

Chiellini 5: il solito. Muove le mani peggio di un pugile. Si butta per terra a ripetizione. Il fratellastro di Balotelli. Vederli giocare uno contro l’altro sarebbe uno spasso. Alla fine si becca un morso da Suarez e lui gli rifila una gomitata. Genio.

Darmian 5.5: soffre Pereira e la cosa è già un punto a suo sfavore. Ha un problema alla schiena e la spinta sulla destra ne risente parecchio. Però il futuro è tutto suo.

Verratti 6.5: funambolo. Vero metronomo del nostro pessimo centrocampo. Accende la fiammella, ma gli altri hanno tutti le polveri bagnate. Esce stremato nel corso della ripresa.

(75′ Thiago Motta) s.v.: duetta bene con Cassano nello sterile assalto finale. Meglio di quello visto con il Costa Rica.

Pirlo 5.5: non sta bene o forse sta percorrendo il viale del tramonto. Non un solo lancio illuminante dei suoi. Ci prova su punizione, ma non era il suo Mondiale.

Marchisio 5: prova qualche inserimento, ma non incide. Il gol con l’Inghilterra è stato un lampo isolato. Nella ripresa entra a gamba testa su Rios e si becca il rosso. Ribadisco quanto dico sempre: non è un grande giocatore.

De Sciglio 5: non è al meglio e si vede. Spinge poco e niente. Peggio di Darmian.

Balotelli 4: si becca un giallo per un fallo che era da arancione. Spara da fuori una ciofeca. Passa il tempo ad urlare e buttarsi per terra. Prandelli lo toglie a fine primo tempo per evitargli il rosso e i fischi del mondo intero.

(46′ Parolo) 6: dimostra cuore e carattere. Si batte anche in avanti, poi quando restiamo in dieci si mette al servizio della difesa. Non molla un metro fino alla fine.

Immobile 5: si sbatte circa cento volte più di Balotelli e già è un punto a suo favore. Tanti spunti, tanti inserimenti. Ma zero tiri. Lascia il posto a Cassano quando suonano la campana i crampi.

(71′ Cassano) 5: entra ancora una volta per inventare qualcosa, ma probabilmente nessuno lo aveva avvisato. Basta. Chiuda qui con la Nazionale. Per pietà.

Ct: Prandelli 4: mette dentro Immobile da subito per evitare il linciaggio mediatico. Non ha le idee chiare e si vede. Aveva un girone alla portata e la qualificazione a un metro dopo la vittoria con l’Inghilterra. Ha le sue colpe. E sono grandi come un monumento. Deve dimettersi.

PAGELLE URUGUAY:

Muslera 6: non si deve dannare l’anima. Credo che abbia finito con la maglia linda.

Caceres 6: lotta e sgomita, soprattutto con Balotelli. Tenta il gol della vita con un tiro da casa sua. Nella ripresa si muove a pendolo senza sosta.

Gimenez 7: non fatica poi tanto con Immobile. Chiude sempre bene. Attento, scattante. Bella scoperta.

Godin 7: passa il tempo a far innervosire Balotelli. La cosa non è difficile. Anzi, è come rubare le caramelle ad un bambino. Poi di testa ci manda a casa.

A. Pereira 6: la bella copia del bidone visto in nerazzurro. Spinge bene. Lascia il posto a Stuani.

(63′ Stuani) 4: non combina assolutamente nulla. Entra per dare peso all’attacco, ma toglie solo spazio a Cavani.

Lodeiro 6.5: il migliore nel primo tempo. Si propone e appoggia bene Suarez. Fa il Cavani, anche perché il compagno non sembra avere molta voglia. Esce a fine primo tempo. Se non stava male, inspiegabile.

(46′ Maxi Pereira) 5.5: Diligente sulla destra. Ripresa senza lampi. Spinge, ma alla fine non incide.

Gonzalez 6.5: bene sulla destra. Tiene basso De Sciglio e si accentra discretamente un paio di volte. Nella ripresa si butta nella mischia e lotta con il coltello tra i denti.

Arevalo Rios 6: pitbull di centrocampo, non deve neanche mordere. Vive sereno tra i gattini azzurri.

Rodriguez 5.5: poco appariscente. Un gradino sotto rispetto a Gonzalez. Nella ripresa Suarez gli regala un cioccolatino, ma lui lo butta senza scartarlo.

(78′ Ramirez) s.v.: entra bello fresco, ma non mette mai la quinta. Quello del Bologna era una bella promessa. Questo è un banale calciatore.

Cavani 5: fa il falso 9, ma lo fa talmente bene che davanti non lo si vede mai. Il suo rapporto “malato” con Chiellini si vede eccome. Cercano la rissa un numero imprecisato di volte. Per il resto non punge mai. C’è qualcosa che non va.

Suarez 5.5: non si accende mai per tutto il primo tempo. Solo uno scatto felice, ma Buffon gli esce bene tra i piedi. Nella ripresa Buffon gli nega nuovamente la rete. Nel finale spreca malamente la palla della tranquillità.

Ct. Tabarez 6: mette in campo una squadra equilibrata. Non fa poi molto. Aspetta che l’Italia perda e alla fine esulta. Bella vita.

ARBITRO
Rodriguez (MEX) 5: arbitra all’inglese. Fischia poco. Giusto il rosso per Marchisio che entra a gamba testa su Rios. Non vede Suarez che morde Chiellini, ma neanche Chiellini che sgomita Suarez. Non è lui l’artefice di questa debacle, ma a molti farà comodo indicare lui. Facciano pure. Ma i problemi risiedono da un’altra parte.

ITALIA-COSTA RICA, LA PUNIZIONE DI ANDREA PIRLO

ITALIA-COSTA RICA, L’ERRORE CLAMOROSO DI MARIO BALOTELLI

ITALIA-COSTA RICA, LE PAROLE DI CESARE PRANDELLI