La nazionale italiana non è allo stesso livello delle formazioni più forti al mondo. Questo è quello che è risultato nella notte dopo il pareggio degli azzurri contro l’Armenia di ieri e le vittorie di Uruguay (a segno Cavani, C. Rodriguez e Suarez) e Colombia (doppietta di Yepes) contro Argentina e Paraguay. I giocatori di Cesari Prandelli, nonostante l’imbattibilità nelle qualificazioni per Brasile 2014, sono stati relegati in seconda fascia.

Il calcolo sulla possibilità di essere ammessi al “club” delle teste di serie l’aveva fatto l’ottimo Paolo Cola giorni fa analizzando le diverse opzioni che avrebbero portato la nostra nazionale sulla vetta del mondo oppure nell’ombra, e quella sua frase “…ci sono molte nazionali ancora in grado di sorpassarci in volata.” purtroppo è diventata una certezza.

Ora è certo che all’Italia capiterà un girone di ferro, peccato. Bene l’imbattibilità ovviamente, ma non potevano vincere di più?

Le teste di serie sono: Brasile, Spagna, Germania, Argentina, Belgio, Svizzera, Colombia, Uruguay (o Olanda)