Allo stadio ‘Craven Cottage’ di Londra l’Italia pareggia 2-2 contro la Nigeria in amichevole (leggi qui). È il quarto pareggio consecutivo per gli azzurri. Molto confortante è la prova degli attaccanti Rossi e Balotelli. I due potrebbero essere la coppia che Prandelli schiererà anche in Brasile. Dopo parecchio tempo il bomber della Fiorentina torna a vestire la maglia azzurra e lo fa con una buona prestazione condita da una rete. L’attuale capocannoniere della Serie A dimostra di essere davvero un giocatore di alto livello e con un eccezionale fiuto del gol. La speranza è che un altro Rossi possa fare gioire gli italiani come accaduto nel Mondiale del 1982. Anche Balotelli ha fornito una prova di spessore mostrando di possedere grande classe e ottime qualità fisiche: era praticamente impossibile sradicargli il pallone quando lo proteggeva.  Da sottolineare anche la prestazione di Giaccherini che oltre al gol fornisce qualità e quantità. Non troppo brillante la prova di Pasqual che in occasione del pareggio nigeriano si è fatto sovrastare da Dike (anche se probabilmente subisce fallo). Il terzino viola in fase offensiva non ha spinto come al solito. In una giornata non particolarmente fortunata della difesa anche Ranocchia fatica parecchio, subendo la rapidità degli attaccanti nigeriani. L’Italia chiude oggi il suo 2013. Il 6 dicembre si effettueranno in Brasile i sorteggi dei raggruppamenti del prossimo Mondiale.

Pagelle Italia

SIRIGU 6: Sostituisce Buffon e si fa trovare pronto nelle poche occasioni in cui viene chiamato in causa, in particolare su Onazi e Ogu. Il portiere del Psg si dimostra affidabile sostituto del numero uno juventino e della nazionale. Incolpevole sui gol.

MAGGIO 5.5 Non è incisivo in fase offensiva. Non spinge molto e si limita più che altro a difendere. Soffre la velocità degli avversari avanti nigeriani.

RANOCCHIA 5.5: Incappa in una prova non perfetta di tutta la fase difensiva. Fatica con avversari rapidi e brevilinei.  Pare quasi soffocato dalla intraprendenza dei campioni d’Africa.  

OGBONNA 6: Per lui era una gara particolare in quanto i suoi genitori sono di origine nigeriana, ma lo juventino ha scelto la nazionale azzurra. Probabilmente per tale motivo viene spesso beccato dal pubblico nigeriano. La sua prestazione pare comunque più sicura rispetto a quella dei compagni di reparto anche se lascia troppo spazio ad Ameobi in occasione della rete.

PASQUAL 5.5: Si fa sovrastare da Dike in occasione del pareggio nigeriano anche se probabilmente subisce fallo. La sua partita non è perfetta in fase difensiva e si propone davvero poco in fase offensiva.

THIAGO MOTTA 5.5: Inizia bene deliziando il pubblico londinese con il suo palleggio. Quando l’Italia entra in difficoltà il giocatore del Psg si assenta dalla gara.

(PAROLO 6.5: Prandelli aveva parlato bene di lui e il centrocampista del Parma non delude. Entra con lo spirito giusto, è intraprendente e generoso, recupera palloni e colpisce anche un palo. Va vicino a quello che sarebbe il meritato gol anche in altre occasioni. Conferma quanto di buono ha mostrato nelle prime giornate di campionato)

MONTOLIVO 6: Gioca una partita ordinata. Inizia deliziando tutti con buone geometrie e regala a Balotelli quella che potrebbe essere la palla del raddoppio azzurro, ma l’attaccante spara su Ejide.

(PIRLO 6.5: Il regista entra a inizio secondo tempo. Come sempre assume la guida del nostro centrocampo senza sbavature. Da sempre l’impressione di essere sicuro e affidabile e crea difficoltà ai nigeriani con i suoi velenosi calci piazzati)

GIACCHERINI 7: Sicuramente uno dei migliori. Corre molto, effettua parecchi inserimenti e in uno di questi trova anche la rete del 2-2. Si sacrifica anche in fase difensiva. E’ un vero peccato che il calcio italiano se ne sia privato.

(POLI n.g.)

CANDREVA 6:Come sempre garantisce impegno. Fornisce l’assist a Giaccherini per il gol del pareggio azzurro, ma non è certamente il Candreva visto in Confederations Cup. 

(CERCI 6: Entra con la voglia di dimostrare le sue ottime qualità e si impegna. La sua velocità potrà risultare un’arma importante per il futuro)

BALOTELLI 6.5: Regala grandi giocate come l’assist per Rossi in occasione del gol dell’attaccante viola. Fa valere la sua stazza fisica. Quando protegge la palla diventa praticamente impossibile rubargliela e ciò costituisce un lavoro di fondamentale importanza per la squadra. Ha le occasioni per segnare, ma pare poco incisivo sottoporta.

ROSSI 7: Torna in nazionale dopo lungo tempo a causa dei gravi infortuni subiti. Lo fa festeggiando con una rete e regalando una buona prova. L’attaccante della Fiorentina e capocannoniere della Serie A dimostra di essere una certezza sia come continuità di prestazioni positive che in termini di reti.

(DIAMANTI 6: Il suo mancino è fatato. Con quel piede dispensa assist di grande precisione. Calcia una punizione spettacolare che si stampa sulla traversa, ma avrebbe meritato sicuramente esito diverso.)

C.T. PRANDELLI 6: La nazionale regala una mezz’ora iniziale di ottimo livello prima di spegnere momentaneamente la luce e subire addirittura due gol a distanza di pochi minuti. Nel secondo tempo la squadra reagisce trovando il pareggio e meritando anche qualcosa di più. Nelle ultime quattro partite l’Italia ha subito sette reti, sei delle quali su colpo di testa. Il c.t. affronterà il problema.

Pagelle Nigeria: Ejide 6.5 (Enyeama 6); Kwambwe 6; Obooabona 6; Egwuekwe 5.5;  Francis 6; Onazi 6.5; Obi Mikel 6; Moses 6.5 (Ideye n.g.); Dike 6.5 (Musa n.g.); Oduamadi 6 (Ogu 6); Ameobi 6.5 (Emenike n.g)  . C.T: Keshi 6.5

ARBITRO ATKINSON 6

A cura di Giovanni Battista Terenziani