A Perugia, l’Italia pareggia 1-1 contro il Lussemburgo. La nota lieta è ancora una volta Marco Verratti. Nonostante la difficile convivenza con Pirlo, sulla quale ci sarà da lavorare, il giovane centrocampista del Psg mostra la solita grande personalità, una tecnica favolosa e una fine intelligenza calcistica. Prova più che sufficiente anche per Marchisio che segna. Lo juventino manifesta qualche difficoltà nel trovare la posizione corretta tra le linee, ma corre e si impegna parecchio. Prestazione non positiva per Abate che non spinge praticamente mai. Deludono anche Bonucci, Pirlo e Aquilani.

Pagelle Italia

BUFFON 6: quando è chiamato in causa si fa trovare pronto. Incolpevole sulla zuccata vincente di Chanot.

ABATE 5.5: spesso richiamato dal c.t. Prandelli e anche dal compagno di reparto Bonucci perchè non si propone con i tempi giusti. E’ timido e in fase offensiva si vede troppo raramente.

BONUCCI 5.5: commette alcuni errori di troppo e, dopo la prova non convincente contro l’Irlanda, continua a manifestare difficoltà. Pare agitato e discute con i compagni per la loro posizione in campo.

(RANOCCHIA n.g.)

CHIELLINI 6:  disputa una gara tranquilla. Dimostra sicurezza. Nota positiva.

DE SCIGLIO 6: spinge e si propone. La sua prova è migliore rispetto a quella di sabato scorso a Londra contro l’Irlanda.

VERRATTI 6.5: continua a essere una delle note liete. Pur essendo giovanissimo gioca con la solita personalità da veterano. Dimostra una grande intelligenza calcistica, ma la sua convivenza con Pirlo non convince totalmente. Bisognerà lavorarci.

(CASSANO 6: entra e illumina. Splendido il suo assist per Balotelli che colpisce la traversa. Poi viene avvolto nei meandri di una prestazione generale non positiva.)

DE ROSSI 6: si limita a fare da frangiflutti davanti alla difesa. Mostra comunque una discreta condizione fisica.

PIRLO 5.5: la sua convivenza con Verratti è complicata. Bisognerà lavorarci. Oggi il campione della Juve ha faticato parecchio a trovare gli spazi giusti. Sarà necessario trovare i giusti automatismi.

(AQUILANI 5.5: sul gol del Lussemburgo perde la marcatura di Chanot, che beffa Buffon. Il suo ingresso non fornisce qualità alla manovra.)

CANDREVA 5.5: tra le linee fatica tantissimo a trovare la posizione giusta e commette qualche errore di troppo. Colpisce la traversa su colpo di testa.

(INSIGNE 5.5: entra e non influisce assolutamente sulla gara.)

MARCHISIO 6.5: grande lavoro in occasione della rete. Lancia Balotelli e si incunea nell’area di rigore per raccogliere l’assist del compagno e trovare l’1-0 di testa. Corre tanto e pare uno dei più attivi. Come Candreva fatica a trovare la posizione corretta tra le linee.

(PAROLO n.g.)

BALOTELLI 6: il bomber del Milan è apparso attivo. Splendido il suo servizio per Marchisio in occasione del vantaggio azzurro. Colpisce una traversa. Gli manca il gol, ma le preoccupazioni sul suo stato fisico non paiono troppo giustificate. Propositivo.

(CERCI 6: entra e prova a dare pepe alla manovra. Con un sinistro velenoso va vicino alla rete.)

PRANDELLI 5.5: L’Italia pareggia ancora e in vista del Mondiale desta qualche preoccupazione. Il 4-3-2-1 non convince troppo così come la convivenza tra Pirlo e Verratti. In vista del Brasile ci sarà da lavorare, ma anche prima dell’Europeo del 2012 e della Confederetions Cup del 2013, gli azzurri avevano faticato parecchio nelle amichevoli che li precedevano, poi i due tornei non si rivelarono assolutamente negativi.

Pagelle Lussemburgo: Moris 6.5;  Jans 5.5; Chanot 6; Janisch 6; Holter 5.5 (De Ville 6); Philipps 5 (Payal 6); Gerson 5 (Da Mota 5.5); Bensi 5.5 (Da Graca n.g.); Mutsch 6.5 ;  Joachim 6 (Turpel n.g.) . All. Holtz: 6.5.

ARBITRO SKOMINA 6

LEGGI ANCHE:

Mondiale Brasile 2014: la legge speciale Fifa tra deroghe e terrorismo

i convocati dell’Inghilterra per il Mondiale 2014