Italia-Israele 1-0 al Mapei Stadium di Reggio Emilia, azzurri più vicini al secondo posto ed ai play-off in virtù del pari dell’Albania in Macedonia. La squadra di Ventura, però, non ha convinto.

L’ex tecnico di Bari e Samp ha riproposto il 4-2-4 già naufragato al Bernabeu, il risultato è che nel primo tempo, a parte una occasione capitata al 1′ da Belotti (tiro di poco a lato sull’assist di un impalpabile Insigne) l’Italia crea pochissimo.

Per trovare un’altra azione pericolosa bisogna andare allo scadere del primo tempo, quando lo stesso Insigne a tu per tu con Harush si fa rimpallare la conclusione.

Nella ripresa gli azzurri migliorano la manovra quel tanto che basta per segnare e chiudere la prtica. all’ 8′ cross di Candreva e colpo di testa di Immobile per la frete che deciderà il match.

Gli azzurri sono ad un passo dai play off (a conti fatti basta un punto per conquistare il secondo posto del girone), poi bisognerà attendere l’esito del sorteggio degli spareggi, ma di certo questa Nazionale non fa dormire sonni tranquilli.

ITALIA (4-2-4): Buffon; Conti (dal 4’ s.t. Zappacosta), Barzagli, Astori, Darmian; Verratti (dal 45’ s.t. Montolivo), De Rossi; Candreva (dal 41’ s.t. Bernardeschi), Immobile, Belotti, Insigne (Perin, Donnarumma, D’Ambrosio, Rugani, Parolo, Pellegrini, Eder, Bernardeschi, El Shaarawy, Gabbiadini). All. Ventura.
ISRAELE (4-1-4-1): Harush; Keltjens, Ben Haim, Tzedek, Davidzada; Natcho; Melikson (dal 17’ s.t. Ben Chaim), Kabha, Cohen (dal 32’ s.t. Einbinder), Rafaelov; Shechter (dal 24’ s.t. Benayoun) (Glazer, Kleyman, Elhamed, Solomon, Ohana, Danino). All. Levy.
MARCATORE: Immobile al 7’ s.t.
ARBITRO: Bastien (Fra).