Il 6 Nazioni rappresenta una grande opportunità per l’Italia. Sono infatti assai blasonate le nazionali che è possibile affrontare nella prestigiosa rassegna, compresa l’Irlanda campione in carica.

La grande età contemporanea

La manifestazione porta particolarmente bene ai ‘Greens’, capaci di conquistare le ultime due edizioni. Celebrato il ritiro di Brian O’Driscoll col trionfo 2014 – decisivo il successo sulla Francia fuori casa all’ultima giornata – l’anno scorso ha riservato notevole incertezza. Solo una la battuta d’arresto ripartita a fronte di quattro vittorie, ma solo grazie alla migliore differenza punti è stato reso possibile scavalcare Inghilterra e Galles.

Riprendere l’antico spirito battagliero

Meno convincente la spedizione in Coppa del Mondo. Nonostante l’eccellente avvio, contraddistinto esclusivamente da vittorie durante la fase a gironi, i quarti di finale – raggiunti in quattro occasioni e ancor oggi miglior risultato raggiunto nella competizione – hanno condotto all’eliminazione dopo il 43-20 subito contro l’Argentina. Giunti al Sei Nazioni 2016, pareggiato dinnanzi al quotato Galles, il passo falso compiuto per opera della Francia (10-9) riduce ulteriormente le chance di salire nuovamente in cima alla graduatoria. Facile aspettarsi che il prossimo 12 marzo gli ‘Azzurri’ dovranno assolvere un compito estremamente difficile, ospitati nell’arrembante Dublino.

Il resoconto delle sfide passate

Oltre alla tifoseria ostile, lasciano poco spazio all’ottimismo le sconfitte rimediante nei precedenti confronti. Perso 60-13 nel 2000, i successivi impegni sono quasi sempre terminati con pesanti debacle. I duelli tenuti nel biennio 2005-2006 hanno regalato comunque maggior equilibrio, terminati 28-17 e 26-16, passivo ridotto due anni più avanti. Il punteggio di 16-11 lascia intuire quanto l’arresa sia infatti giunta dopo una strenua resistenza, come segnala pure il 13-11 rimediato nel 2011. Sforzi ripagati dalla vittoria giunta il 16 marzo 2013, quando il 22-15 ha lasciato brindare lo Stadio Olimpico di Roma nella prima e finora unica imposizione, valevole il sorpasso in classifica.

La partita dell’edizione 2016, in casa dell’Irlanda, si è conclusa con un perentorio 58 a 15 a favore degli Irlandesi.