Ci siamo. Ormai il Mondiale è sempre più vicino. Quest’oggi la nostra nazionale sfida l’Irlanda a Londra (Craven Cottage, stadio del Fulham) in una gara amichevole che funge da test per l’avventura in Brasile  e pareggia  0-0. Nonostante mostrino sprazzi di buon calcio, gli azzurri non sono brillantissimi. Sicuramente le fatiche degli ultimi giorni a Coverciano si fanno sentire. Domani, ma avendo tempo fino al 2 giugno non è escluso che ne approfitti, Cesare Prandelli renderà nota la lista dei convocati che faranno parte della spedizione sudamericana. Relativamente a ciò il c.t. ha dichiarato ‘comunicherò i convocati, e a quel punto dovrò svolgere il compito più difficile del mio ruolo: dire senza bluff a chi non verrà che non si tratta di una bocciatura, ma di scelte tecniche funzionali a certe idee tattiche’. Ha poi detto che potrebbe portare anche più di 23 giocatori, magari 24 o 25. Situazione importante è quella di Giuseppe Rossi. Prandelli ha affermato dell’attaccante della Fiorentinaha superato tutti i test fisici: a questo punto più che la sua durata voglio testare la tenuta, vedere se ha superato la paura dei contrasti fisici perchè a questo punto vanno affrontati‘ . Il bomber si muove tanto, ma non è troppo impegnato dal punto di vista dell’agonismo. C’è curiosità per la prestazione di Verratti. Il giocatore del Psg sta cercando di convincere il c.t. a inserirlo tra coloro che saliranno sull’aereo per il Brasile. Il centrocampista mostra buona personalità e pesca giocate interessanti. Dramma Montolivo. Il milanista si frattura la tibia sinistra. Anche questo infortunio avvenuto a inizio gara ha condizionato molto la prestazione degli azzurri.

Il c.t. decide di schierare l’Italia con il 4-3-1-2. Tra i pali agisce Sirigu. La difesa è composta da Darmian, Paletta, Bonucci e De Sciglio. Davanti a loro ci sono Thiago Motta, Verratti e Marchisio. Dietro le punte Immobile e Giuseppe Rossi agisce Montolivo. L’Irlanda risponde con il 4-2-3-1. Si gioca davanti a più di 22.000 spettatori. Gli azzurri partono forti e determinati. I centrocampisti ruotano e mostrano un buon palleggio. Al 5′ Verratti pesca Marchisio che sfiora la rete con una grande conclusione dalla distanza. Al 8′ Montolivo subisce un duro contrasto con un avversario e deve abbandonare il campo. Al suo posto entra Aquilani. Bruttissimo il labbiale del milanista ‘è gonfia, è rotta‘ riferendosi alla sua tibia sinistra. Tegola pesantissima per Prandelli. Questo infortunio spaventa i compagni che ora rallentano un po’ il ritmo e hanno un calo. Gli irlandesi prendono coraggio e campo e si rendono pericolosi. Al 33′ Sirigu compie un vero e proprio miracolo su colpo di testa di Long. Al 34′ accade l’incredibile. Aquilani ha subito un colpo alla testa, non sta bene. Entra Parolo. Gli azzurri riprovano a creare gioco, ma gli avversari si chiudono molto bene.

Nella ripresa gli azzurri entrano un po’ molli. Long e Pilkington li spaventano terribilmente. Al 10′ Parolo pesca Immobile che segna a porta sguarnita, ma il capocannoniere della serie A 2013/2014 è in fuorigioco. Subito dopo Ciro viene sostituito da Cassano. Gli azzurri riescono a aumentare la velocità di trasmissione di palla e giocano meglio. Al 18′ entra De Rossi per un deludente Thiago Motta. Al 20′ splendida azione sull’asse Rossi, Cassano e Marchisio. Il tiro dello juventino è troppo lento e si spegne tra le braccia di Forde. Al 26′ spazio anche per Cerci al posto di Rossi.  Al 33′ Quiin colpisce un’incredibile traversa e Mc Clean non riesce nel tap in facendosi respingere il tiro da Sirigu. Nel finale abate subentra a Darmian, autore di una buona prestazione. Non accade più nulla.

LEGGI ANCHE:

Errori pazzeschi calcio: il Pippero dell’anno è saudita, ecco il video

FIFA World Cup Brazil 2014: Lionel Messi e Kayne West guidano lo spot Adidas, il video