Questa sera alle 20.45 allo Stadio Meazza di Milano si disputerà l’amichevole di lusso tra Italia e Germania (leggi qui). Gli azzurri non perdono contro i tedeschi dal lontano 1995 quando, sempre in una gara amichevole a Zurigo, vennero sconfitti 2-0. Di recente le sfide contro la Germania hanno portato enormi soddisfazioni alla nostra nazionale. Se si pensa a questa partita il ricordo non può che andare alla semifinale dei Mondiali 2006 quando l’Italia, guidata da Lippi, superò a Dortmund 2-0 i tedeschi con le reti di Grosso e Del Piero nei supplementari e si qualificò per la finale poi vinta contro la Francia ai rigori. Fu una delusione atroce per la Germania che ospitava quella manifestazione. Nella semifinale dell’Europeo 2012 l’Italia non partiva favorita, ma un Balotelli in giornata di grazia stese la squadra di Loew con una doppietta che rese vana la rete di Ozil nel finale di partita. Quella rimane probabilmente la miglior prestazione della giovane carriera del fenomeno milanista.

Prandelli pare orientato a schierare l’Italia con il 4-3-1-2. Davanti al capitano Buffon, dovrebbero giocare Abate, Barzagli, Bonucci e l’interessante novità Criscito. Il terzino dello Zenit San Pietroburgo mancava da lungo tempo dalla lista dei convocati. A centrocampo dovrebbero esservi: Pirlo in cabina di regia, Marchisio e Thiago Motta ai suoi fianchi e Montolivo che agirà dietro le due punte Osvaldo e Balotelli. La grande curiosità per il ritorno in nazionale di Giuseppe Rossi, capocannoniere della nostra Serie A con undici reti, non può essere soddisfatta oggi perché il giocatore della Fiorentina è stato fermato da una tonsillite quindi è indisponibile per questa gara. Loew deve fare a meno di Mertasacker e Klose, che infortunato ad una spalla, sarà assente dai campi per circa tre settimane. Al c.t. tedesco mancano quindi i due teutonici della nostra Serie A: Klose e Gomez. La Germania dovrebbe scendere in campo con il 4-2-3-1. Neuer sarà tra i pali, Khedira e Kross dovrebbero fare da schermo davanti a una difesa composta da Lahm a destra, Hummels e Howedes centrali e Schmelzer a sinistra. Dietro all’unica punta, che risulterà dal ballottaggio tra Muller e Cruse con il primo favorito, Loew sceglierà tre nomi fra quelli di Draxler, Reus, Schurrle e Gotze. La gara sarà diretta dal portoghese Benquerenca.

Italia (4-3-1-2): Buffon, Abate, Barzagli, Bonucci, Criscito, Marchisio, Pirlo, Thiago Motta, Montolivo, Osvaldo, Balotelli. C.T. Prandelli

Germania (4-2-3-1): Neuer, Lahm, Hummels, Howedes, Schmelzer, Khedira, Kroos, Schurrle, Ozil, Reus, Muller.  C.T. Loew.

A cura di Giovanni Battista Terenziani