L’eterna sfida. Sabato 24 giugno Italia e Germania si daranno ancora battaglia, per la terza giornata degli Europei Under 21. Incredibile a dirsi, è solo uno il precedente nel torneo, di assoluto prestigio.

Italia-Germania: Balotelli e Giovinco ispirano, Neuer tira però giù la saracinesca

26 giugno 2009. Gli Azzurrini di Carisaghi sfidano i tedeschi, per un posto in finale. In campo un propositivo 4-3-3. Dessena sostituisce lo squalificato Marchisio a centrocampo, in avanti Balotelli e Giovinco affiancano Acquafresca. I tedeschi, privi di Khedira, si affidano a Ozil, schierato come attaccante. Pronti via e la Germania si fa pericolosa, con Howedes e Aogo, dalle parti di Consigli. Ma l’Italia prende presto le misure, pericolosa sui calci d’angolo. Acquafresca impegna Neuer ad un delicato intervento, dopo la respinta sull’incornata di Motta. Ancora su azione d’angolo, Marin salva, poco prima dell’intervallo, sulla conclusione di Bocchetti. Si torna dunque negli spogliatoi.

Italia-Germania: la beffa di Beck

Un dominio sterile, e ad avvio ripresa si concretiza la beffa: al 3’ Beck avanza sulla destra, e quasi al limite dell’area, fa partire un destro incrociato, che sorprende, con una traiettoria velenosa, Consigli. È un duro colpo per gli Azzurrini, che faticano a reagire. Casiraghi richiama Candreva per Abate, ma le minacce arrivano solo dai corner. Andreolli, lasciato libero, trova il salvataggio di Ben Hatira appostato sul palo. Paloschi entra per Acquafresca, senza nessun esito. Balotelli stuzzica Neuer su punizione, Andreolli, su punizione di Giovinco, sciupa di testa l’ultima chance. L’Italia torna a casa. La Germania si laureerà campione d’Europa, battendo l’Inghilterra.

ITALIA U21-GERMANIA U21 0-1
Marcatori: 48′ Beck (G)

Italia Under 21 (4-3-3): Consigli; Motta (86′ Pisano), Andreolli, Bocchetti, Criscito; Morosini, Cigarini, Candreva (68′ Abate); Balotelli, Acquafresca (79′ Paloschi), Giovinco. All. Casiraghi.

Germania Under 21 (4-4-2): Neuer; Beck, Boateng, Howedes, Boenisch; Johnson, Aogo, Castro, Marin (54′ Ben Hatira); Ozil (90′ Hummels), Dejagah (86′ Wagner). All. Hrubesch.

Arbitro: Proenca (Por)

Ammoniti: Dejagah (G), Boateng (G)