L’Italia ha un record mondiale da difendere nelle ultime tre gare casalinghe di qualificazione ai Mondiali, quelle contro Bulgaria, Repubblica Ceca e Armenia, in programma rispettivamente a Palermo, Torino e Napoli: è una delle due nazionali al mondo a non aver mai perso in casa una gara di qualificazione mondiale. L’altra è l’Eritrea, che però ha giocato solo 3 gare a domicilio, contro Nigeria (edizione 2002) Sudan (2006) e Ruanda (2010), rimanendo sempre eliminata al primo turno a causa della sconfitta esterna.

Un dato quindi risibile, se si confronta con le 46 partite degli azzurri, che tra l’altro ne hanno vinte ben 41, pareggiandone appena 5, contro Turchia (Mondiali 1974), Grecia (1982), Svizzera (1994), Inghilterra (1998) e Irlanda (2010) curiosamente in cinque città diverse (nell’ordine Napoli, Torino, Cagliari, Roma e Bari).

Seguono a ruota quattro nazionali che hanno perso in casa una sola volta, ovvero Brasile (con l’Uruguay), Unione Sovietica/Russia (con la Germania)… Filippine (col Kuwait) e il defunto Yemen del Sud (col Bahrein).

Per rendere meglio l’idea mettiamo a confronto le nazionali che hanno vinto almeno una volta il Mondiale.

ITALIA 0 ko casalinghi

BRASILE 1

INGHILTERRA 2

SPAGNA 2

ARGENTINA 3

FRANCIA 4

GERMANIA 4

URUGUAY 8

Si ringrazia per la collaborazione: Gilberto Guerra.

Foto: Infophoto.