Le pagelle di Italia-Armenia. Tra gli azzurri è sicuramente Mario Balotelli il migliore in campo. Osvaldo (foto by InfoPhoto) e la difesa bocciati.

Pagelle Italia:
MARCHETTI 5: Bucato dalla sventola centrale di Movsisyan, ha sulla coscienza in collaborazione con Pasqual la rete del 2-1 armeno. Un po’ pochino per rubare il posto a Buffon in Brasile.
ABATE 5,5: Lascia qualche buco di troppo in difesa a cui si somma un tentativo di harakiri con il retropassaggio a Marchetti. Il terzino si prodiga in fase di spinta ma non chiedetegli cross pennellati.
BONUCCI 5,5:  L’unico che prova a tenere in piedi la casetta di paglia azzurra. Mkhitaryan e Movsisyan sono brutti clienti e il centrale della Juventus ci mette spesso una pezza.
ASTORI 4,5: Il suo errore all’inizio quasi costa la rete del vantaggio armeno. A cui poi spalanca la porta con un intervento sgangherato sul fulmineo Movsisyan. Sbaglia anche le cose più elementari. Se continua così in Brasile farà fatica a trovare spazio tra le riserve.
PASQUAL 5: Il suo apporto in fase offensiva lascia un po’ a desiderare. Si fa ammonire ingenuamente e viene bruciato da Mkhitaryan sul gol del 2-2. Una serataccia.
PIRLO 6,5:  Non è un fulmine di guerra e non lo è mai stato, ma non perde la lucidità e imbecca spesso i compagni predicando però nel deserto. E’ il centrocampista che recupera più palloni e illumina Balotelli con un assist di prima da far vedere ai futuri numeri 10.
AQUILANI 4,5: Il pallone che perde provocando l’1-0 armeno è quasi da film. La sua gara è dannatamente segnata e gli errori da lì si moltiplicano. Chiedergli di difendere è davvero troppo. Meriterebbe di uscire dopo i primi 45′ ma Prandelli continua a insistere su di lui (dal 71′ GIUSEPPE ROSSI 6: Un paio di conclusioni e qualche spunto. Troppo poco per dare la scossa finale a questa Italia)
MONTOLIVO 5,5: Inutile negare che con la figura di Pirlo, il capitano del Milan viene offuscato. Corre e si danna a centrocampo cercando di dare un po’ di ordine alla manovra ma le idee e la precisione latitano.
FLORENZI 6,5: Segna un gol alla Osvaldo visto che il bomber azzurro si fa desiderare. Per il resto non una prova da incorniciare comunque condita da alcune ottime combinazioni con Insigne e il solito encomiabile spirito di sacrificio. (dal 61′ CANDREVA 6 Tanta volontà e buone sortite offensive.)
INSIGNE 6,5: Lo scugnizzo gioca in casa e dopo una partenza timida sale in cattedra al San Paolo. Coglie un clamoroso palo, confeziona l’assist a Florenzi e semina sovente il panico nella retroguardia avversaria. Gli manca solo continuità e il gol.
OSVALDO 4,5: Il San Paolo ripensa ai suoi errori cercando di trovare una spiegazione. La Rai lo annunciava in grande forma ma quando esce dal campo la tv di Stato gli ha già ritagliato uno spazio su ‘Chi l’ha visto’. (dal 55′ BALOTELLI 7: Un sombrero e sprazzi di classe conditi da un gol da attaccante puro. E lo si vede anche recuperare palla in fase difensiva. Classe, sacrificio e coraggio. Questo è il giocatore che vogliamo rappresenti l’Italia del futuro).

All. PRANDELLI 5 A meno che al ct non interessi diventare testa di serie al Mondiale (cosa da escludere) resta da capire come possa schierare un centrocampo così offensivo e lento contro un avversario che fa della velocità e del contropiede il suo punto di forza. In difesa la squadra subisce troppi gol e un Balotelli del genere, se non viene escluso per motivi disciplinari, non può restare in panchina per quasi un’ora.

Pagelle Armenia:
Berezovski 6, Arzumanyan 6, Mkrtcyan 5,5, Ghazaryan 6, Haroyan 5,5, Yedigaryan 6 (90′ Pinheiro sv), Movsisyan 7, Myokan 5,5, Mkhitaryan 7, Hairapetyan 6 (63′ Hovhannisyan 6), Özbiliz 6 (78′ Sarkisov sv). All. Minasyan 6,5.
LINK UTILI

L’ultima ‘trovata’ di Balotelli

Mondiale 2014: Prandelli vieta i social network

Danimarca-Italia 2-2: vendicato il biscotto di Euro 2004