La Federazione Italiana Rugby ha annunciato che il Test Match Italia-Argentina si disputerà sabato 15 novembre 2014 allo Stadio “Luigi Ferraris”. L’incontro, il secondo del trittico autunnale dei Cariparma Test Match, segna il ritorno della Nazionale Italiana Rugby nel capoluogo ligure a nove anni dall’ultima sfida internazionale disputata al Ferraris – sempre contro l’Argentina – nell’autunno del 2005 ed è il nono di sempre a disputarsi all’ombra della Lanterna: “Genova è una città dalla consolidata cultura rugbistica, ha espresso un vasto numero di Azzurri ed ha sempre risposto con entusiasmo quando, nei primi anni del nuovo millennio, ha avuto la possibilità di ospitare la Nazionale. Non possiamo che essere entusiasti all’idea di farvi ritorno per la sfida centrale del prossimo autunno, contro i Pumas dell’Argentina, un Paese che la storia ha legato a doppio filo con il capoluogo ligure” ha dichiarato il Presidente della FIR, Alfredo Gavazzi. “Il Ferraris ha già dimostrato di essere particolarmente adatto al grande rugby e sono certo che potremo vivere uno spettacolo entusiasmante. In questo momento, voglio ricordare Roberto Besio, nostro amico e Consigliere Federale scomparso in inverno e che credette fortemente nella propria città come polo rugbistico internazionale, organizzandovi i test match contro Francia XV, Nuova Zelanda, Sudafrica, Australia ed Argentina: riportare la Nazionale nella sua città è, per noi, il migliore dei modi per ricordarlo” ha aggiunto il massimo dirigente del rugby italiano.

Il sindaco di Genova, Marco Doria, ha dichiarato: “Sono doppiamente lieto per il ritorno a Genova di un grande avvenimento del rugby. Lo sono innanzi tutto come sindaco della città perché questo appuntamento sportivo richiamerà l’attenzione internazionale su Genova, sulle sue bellezze e le sue tradizioni culturali e sportive. Lo sono come cittadino amante dello sport e in particolare del rugby perché Genova conferma anche in questa occasione la sua particolare vocazione a valorizzare le più varie  pratiche sportive. Accanto alla dimensione agonistica e all’appassionato sostegno alla propria squadra, il rugby coltiva una essenziale abitudine al fair play. Ringrazio la Federazione rugby e il CUS Genova che ha creduto in questo evento e contribuisce alla sua realizzazione“.

LEGGI ANCHE

Giocatore rugby morto: Alberto Cigarini stroncato da un ictus a 25 anni negli Stati Uniti

Italia-Australia rugby 2013: ecco i Wallabies per Torino e dove vedere la gara in televisione

Rugby Sei Nazioni 2014: svolta nella palla ovale, il torneo va in chiaro su DMAX