Se c’è qualcosa di più mutevole dell’umore di una donna gravida, questa è senz’altro l’agibilità dello stadio di Is Arenas: anche Cagliari-Fiorentina, dopo i match dei sardi contro Sampdoria e Torino, si giocherà senza pubblico. La cosa non è piaciuta per nulla ad Adriano Galliani (foto by InfoPhoto), che in un’intervista al Corriere della Sera ha tuonato: “Il campionato è irregolare”.

Qualche ragione, bisogna ammetterlo, l’amministratore delegato rossonero ce l’ha anche. Milan e Napoli, infatti, hanno affrontato il Cagliari effettivamente in trasferta, sul campo dei padroni di casa e col pubblico avversario regolarmente sulle tribune a sostenere la propria squadra; un trattamento sostanzialmente diverso da quello riservato alla Juve (si è giocato sul neutro di Parma), Roma (vittoria per 3-0 a tavolino) e, appunto, Fiorentina. Anche se è difficile quantificarne gli effetti sulla classifica e sulla lotta per l’Europa, è fuor di dubbio che si tratti di scelte poco eque e soprattutto poco coerenti; benché non faccia mostra di maggior coerenza lo stesso Galliani, sempre in prima fila quando c’è da tirare le orecchie ai colleghi che si lamentano.

A proposito, nelle ultime ore la location di Cagliari-Fiorentina è stata ulteriormente messa in discussione da quanto è apparso sul sito della Lega Calcio, secondo cui il match si disputerà al Nereo Rocco di Trieste. Tuttavia, è probabile che si tratti di un semplice errore: nessun comunicato ufficiale è stato emesso e sembra alquanto improbabile che si decida di spostare la sede di una gara di diverse centinaia di chilometri a meno di 24 ore dal fischio d’inizio.