Piange il calcio irlandese. Ryan McBride, capitano del Derry City, è stato trovato morto ieri pomeriggio nella sua abitazione all’età di 27 anni.

Cause ignote

Le cause del decesso sono ancora da stabilire. Sabato il difensore centrale aveva giocato insieme ai compagni nel 4-0 della sua squadra sul Drogheda United, in un match del campionato irlandese. Alcuni tifosi si sono riuniti intorno alla sua casa, in cerca di risposte che per ora non sono arrivate. Proprio contro il Drogheda United aveva debuttato nel 2011, prima esperienza nel calcio professionistico. Le offerte dall’Inghilterra non erano state sufficienti a fargli lasciare il Derry’s Brandywell Stadium ed abitava a pochi passi. “Molti giocatori irlandesi sognano da bambini di andare a giocare nel Manchester United o nel Celtic, ma il mio sogno invece era di giocare nel Derry e si è avverato”, aveva dichiarato. Il presidente della Repubblica d’Irlanda e diverse figure del governo hanno fatto pervenire le loro condoglianze alla famiglia.

Il messaggio della Federcalcio irlandese

La Federazione irlandese ha pubblicato poche ore dopo la tragedia un messaggio sul proprio account social: “Siamo scioccati nell’aver appreso la notizia della scomparsa improvvisa di Ryan McBride, capitano del @derrycityfc. Ci stringiamo intorno alla sua famiglia e ne condividiamo il dolore”. ‘Fantastico Capitano’ sono le parole a corredo della foto che la società ha pubblicato sui propri profili per ricordare il calciatore. Triste saluto dei compagni postato sul profilo Twitter del club. La squadra è “devastata”, ha dichiarato il presidente Phil O’Doherty, “questa notizia è davvero dura da accettare. Aveva iniziato benissimo la stagione. Era un leader dentro e fuori dal campo, particolarmente rispettato. Il capitano ideale”. L’ennesima tragedia scuote il Derry City: l’anno scorso aveva perso a 33 anni la battaglia con il cancro l’attaccante Mark Farren dopo una battaglia con il cancro; Josh Daniels, altro giocatore, fu sconvolto per un grave lutto familiare.