Cala il sipario sul campionato di calcio di serie A, ed è tempo di bilanci. In casa Milan l’atmosfera è serena, e mister Inzaghi si è detto soddisfatto delle prestazioni della sua squadra, soprattutto nelle ultime due gare, tanto da parlare addirittura di Scudetto.

“Siamo sulla strada giusta – spiega Inzaghi ai microfoni di Milan Channel – ma non abbiamo fatto ancora nulla e dobbiamo crescere. La mia speranza con Napoli e Roma era che dessimo continuità e abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti. Torneremo a parlare di scudetto al più presto, l’ambizione mia e del presidente è di tornare a primeggiare. Non faccio l’allenatore per perdere tempo. Sono al Milan perché credo nei valori di questa società e in questo presidente”

Le recenti prestazioni hanno galvanizzato l’ambiente e sopratutto Superpippo, secondo cui la sua squadra non ha incontrato nessun avversario superiore: “Nessuno ci è stato superiore, con la Juve ce la siamo giocata fino all’ottantesimo, ma non illudiamoci: abbiamo fatto quello che deve fare il Milan. Adesso abbiamo partite più semplici delle ultime due - continua Inzaghi - dovremo essere bravi a sfruttare queste tre ultime gare del girone d’andata che potrebbero essere quelle che smuovono la classifica”.

Parole al miele anche da parte dell’amministratore delegato Adriano Galliani: “Non siamo inferiori né alla Roma, né a tutte le squadre che ci precedevano. Abbiamo vinto con la Lazio, col Napoli, avevamo fatto bene con la Juventus. Devo fare i complimenti soprattutto alla difesa, nessuno ha ricordato che ci mancavano Alex, Abate, Rami e De Sciglio. Chi ha giocato al posto loro ha giocato da grandissimo. Col Napoli e con la Roma abbiamo dimostrato di non essere inferiori”