Clamoroso a Roma! Nella giornata di giovedì 14 maggio si ritirano, uno dopo l’altro, Andy Murray e Serena Williams, due trai tennisti più attesi agli Internazionali d’Italia in corso di svolgimento sulla terra battuta del Foro Italico.

GIOVEDI’ NERO

Giovedì no dunque per il torneo di  Roma. Dopo Murray saluta il Foro Italico anche Serena Williams: la motivazione, un problema al gomito che già si era manifestato a Madrid. La numero uno del mondo si presenta in perfetta tenuta da tennis bianco e arancio in conferenza stampa, ma è evidente quello che sta per annunciare. ”Non è stata una decisione facile da prendere, ma devo pensare al proseguo della stagione“, ha detto la statunitense, campionessa in carica (ma a Roma ha vinto anche nel 2002 e nel 2013), in una veloce conferenza stampa. Serena, che dodici mesi fa aveva sconfitto in finale Sara Errani, quest’anno aveva perso solo una partita – anche se piuttosto nettamente -, contro Petra Kvitova in semifinale a Madrid. - Già la scorsa settimana non riuscivo a servire come volevo – ha aggiunto – . Imparo dagli errori commessi in passato e ora so quando è preferibile che mi fermi. Anche perché se sto bene a Parigi ho le mie possibilità. Colpa” della vicinanza tra Madrid e Roma? Non credo – ha puntualizzato la Williams – nelle ultime due stagioni ho giocato entrambi i tornei e non è stato un problema. Insperato passaggio ai quarti, dunque, per Christina McHale, compagna della Wiliams ini Fed Cup, che attende la vincitrice di Bacsinszky-Gavrilova. Chissà che delusione per Sara Errani, che avrebbe potuto essere al posto della 23enne del New Jersey…

MURRAY

Pochi minuti prima era arrivato l’addio al Torneo di Andy Murray. Per fortuna non si tratta di infortuni, ma semplicemente di stanchezza. Lo scozzese veniva da due settimane dure e intense, con i successi a Monaco di Baviera e Madrid. “Il motivo del mio forfait è la stanchezza. Ieri stavo bene, ho giocato un buon match, ma quando mi sono alzato ero molto stanco e in allenamento ho avuto cattive sensazioni. Dopo aver parlato con il mio staff, ho deciso che la cosa migliore per me era fermarmi“. Lo scozzese ha ammesso di venire da un periodo duro e inaspettato: “Anche il mio corpo è rimasto sorpreso. Ho deciso di giocare perchè Roma è un torneo importante e mi piace molto, ma non era più il caso di rischiare”. Murray ha giocato a Roma contro il parere del suo fisioterapista “Perché io vorrei giocare ogni giorno. Il problema è che stamattina ero distrutto dopo 40 minuti di allenamento”. Adesso Murray tornerà a casa, si riposerà per qualche giorno, cercando di dormire il più possibile, poi effettuerà fisioterapia nel weekend e punta ad arrivare a Parigi già nei primi giorni della prossima settimana. Con il ritiro dello scozzese, il belga David Goffin approda ai quarti senza giocare e attende il vincitore del derby spagnolo tra David Ferrer e Guillermo Garcia Lopez.