Quando gioca così, siamo/siete tutti liberi di pensare in grande.

IL RIASSUNTO DELLA PRIMA GIORNATA

Al 1° turno degli Internazionali d’Italia a Roma, che le migliori 8 giocatrici del tabellone non disputano per un bye, Camila Giorgi ha trovato l’avversaria peggiore possibile: la slovacca Cibulkova, n.10 del mondo e 9 del seeding, finalista agli Australian Open 2014. Camila non ha fatto una piega. E l’ha travolta in certi momenti del match, certo su una superfice che non favorisce Dominika, ovvero la terra rossa: 6-4, 7-6, con il suo gioco spumeggiante, fatto di tantissimi vincenti (pochi quelli della sua avversaria), un servizio molto migliorato, soprattutto nello “slice” esterno, qualche ace, otto doppi falli e soprattutto errori limitati a certi frangenti, primo set a parte (18).

Qualche brivido solo nel finale di partita: avanti 6-4, 5-2, 30-15, la giocatrice marchigiana ha sbagliato un dritto per lei non così difficile, perdendo poi un attimo la bussola per due game (5-4), subendo un parziale (di punti) pari a 10-0. Sul 5-5 e servizio per l’azzurra, il momento chiave: Camila commette 3 doppi falli, ma resiste, annulla due palle-break con coraggio e sale 6-5. Servizio Cibulkova: sul 30-30, doppio fallo della slovacca e match-point Giorgi, annullato con un servizio vincente di Dominika. Tie-break senza storia: 7-2 Giorgi, con un  paio di punti incredibili, soprattutto un dritto lungolinea colpito quasi sdraiata per terra…

Una dimostrazione di forza, potenza e classe impressionante. Per la quarta volta in carriera ha superato una top-ten…

ORDINE DI GIOCO ODIERNO

TUTTI I RISULTATI

TABELLONE MASCHILE

TABELLONE FEMMINILE