Era lecito attendersi più equilibrio dalla finalissima maschile disputata agli Internazionali di Roma 2015, visto soprattutto il livello di gioco di Federer (Djokovic per ora è stato pressoché imbattibile in tutto il 2015): invece Novak Djokovic ha dominato l’ultimo atto contro il campionissimo svizzero, imponendosi al Foro Italico per 6-4, 6-3 in poco più di un’ora. Dopo Australian Open, Indian Wells, Miami e Montecarlo, Djokovic, che ha saltato Madrid, si prende un altro Masters 1000 in questo incredibile 2015 e sembra pronto per il primo trionfo a Parigi (Nadal permettendo, ovviamente) della sua carriera. Il Roland Garros inizierà fra 8 giorni.

FINALE INTERNAZIONALI D’ITALIA, ROMA – Novak Djokovic-Roger Federer 6-4, 6-3.

PARTITA

Di fatto il match è durato fino al 5-4 Djokovic, servizio Federer, 40-30. Dopo essersi trovato sotto 15-30, Roger rimonta, ha la palla del 5-5, ma sbaglia un comodo dritto; poi commette altri due errori e alla prima palla break subito regala il set a Novak. Che conquista poi cinque giochi consecutivi, sale subito 3-0 nel secondo e non si volta più indietro. Gli scambi lunghi da fondo campo sono praticamente tutti del serbo, Federer ha giocato bene nel primo parziale, servito con buone percentuali, ma ha trovato dall’altra parte della rete un fuoriclasse in questo momento al top della carriera e con una risposta al servizio degna del miglior Agassi. In una situazione simile, pur su una finale disputata due set su tre, poco da fare per Roger, apparso anche un po’ sfiduciato nella seconda partita.