L’assegnazione delle wild card femminili per gli Internazionali BNL d’Italia 2017 a Roma non ha mancato di creare polemiche. In particolare, l’invito consegnato a Maria Sharapova, rientrata da pochi giorni dalla squalifica per la positività al meldonium.

L’atleta siberiana, d’altronde, attrae spettatori, interesse e sponsor. Tre elementi che giustificano la scelta da parte dell’organizzazione, che ha però escluso Francesca Schiavone: l’atleta italiana è all’ultimo anno di carriera e non pochi appassionati si aspettavano di vederla ai nastri di partenza del maggiore torneo del Paese.

L’altra wild card per il torneo femminile è stata invece assegnata a Sara Errani. Anche in questo caso non sono mancati i malumori.

Sara ha trent’anni e il suo invito va in controtendenza rispetto a quanto dichiarato dal direttore degli Internazionali d’Italia Sergio Palmieri, nel momento in cui gli si è chiesto conto della assenza della Schiavone. “Ha ormai 36 anni ed è ora di lasciar spazio ai giovani”.

Saranno dunque Sara Errani (anche in questo caso è prevalsa la logica economica) e Maria Sharapova le due wild card femminili per gli Internazionali d’Italia. La Schiavone non ci sarà, probabilmente per lei sarà predisposta la passerella sul campo Pietrangeli. Staremo a vedere.