Partecipare a un Master 1000 come gli Internazionali BNL d’Italia 2016 può generare significative entrare economiche considerato il generoso montepremi, diretto pure a chi non è riuscito ad arrivare in fondo.

CIFRE MINIME – La Federazione ha deciso infatti di destinare parte del budget ai vari tornei sul territorio: 10.000 e 8.000 euro per i singolari, 3.000 e 2.000 per i doppi, rispettivamente maschile e femminile. Obbligatoria inoltre la conclusione dei tabelloni delle sezioni intermedie, a loro volta con un proprio prize money (1.500 maschile, 1.200 femminile). Consentito partecipare a più competizioni, ogni partita vinta comporta ai giocatori un bonus di 15 punti per le classifiche nazionali, fino ad un massimo di 45.

GLI UOMINI – Il torneo ATP stanzia complessivamente € 3.748.925 con i tennisti che si fermano al primo turno di qualificazione che ricevono € 1.565, mentre quelli giunti al secondo intascano € 3.065 (16 punti ATP). L’arrivo al primo turno del tabellone principale (bonus di altri 25 punti) garantisce invece € 13.305 (+10 p.), aumentato a € 24.640 (+45 p.) per i trentaduesimi di finale. € 46.740 (+90 p.) vanno invece a coloro che escono nei sedicesimi, € 90.010 (+180 p.) sono destinati ai sconfitti nei quarti e € 177.015 (+360 p.) ai semifinalisti perdenti. Il secondo prende € 351.715 (+ 600 p.) e, infine, il trionfatore guadagna € 717.315 (+1000 p.). € 7.640, € 14.470 (+90 p.), € 28.000 (+180 p.), € 54,550 (+360 p.), € 108.750 (+600 p.) e € 222.150 (+1000 p.) spettano invece, in ordine crescente, dai qualificati al primo turno fino ai vincitori nel doppio.

LE DONNE – 2.399 milioni di euro è il bottino spartito fra le donne. Dai € 6.500 (+1 p.) assegnati a coloro che si fermano al first round, i premi salgono progressivamente a € 12.645 (+60 p.), € 24.630 (+105 p.), € 49.680 (+190 p.), € 107.860 (+350 p.), € 215.950 (+585 p.) e, dulcis in fundo, € 432.100 dati alla campionessa. € 3.895 (+ 1 p.), € 7.860 (+105 p.), € 15.565 (+190 p.), € 30.920 (+350 p.), € 62.470 (+585 p.) e € 123.700 (+900 p.) finiscono invece alle giocatrici del doppio.