Direttamente dagli Stati Uniti, dove il Presidente nerazzurro a raggiunto la squadra impegnata nella “Guinness International Champions Cup”, è tornato a parlare Erick Thohir. Il magnate indonesiano ha rilasciato un’intervista nella quale ha parlato degli obiettivi da raggiungere per la squadra allenata da Walter Mazzarri e di come procede il progetto di rilancio del club milanese.

Ecco le parole rilasciate da Thohir (foto by Infophoto) al collega Luca Taidelli de La Gazzetta dello Sport: l’inizio di stagione sembra procedere bene: “Ho sempre creduto che sia indispensabile avere un gruppo forte. Sono arrivati nuovi dirigenti ma è presto per trarre conclusioni sul loro operato”. Nella riunione fiume di Washington non era presente la famiglia Moratti: “Moratti per noi è importante. In questo periodo preferisce non interferire con le mie decisioni ma per me è molto importante confrontarmi con lui“.

Durante la riunione si è parlato di mercato: “Preferisco non fare nomi ma i nostri obiettivi sono una punta ed un mediano. Medel ci interessa ma dobbiamo ancora discutere alcuni dettagli con il Cardiff mentre non credo che prenderemo giocatori che possano creare problemi nello spogliatoio. I nostri futuri top player saranno Icardi e Kovacic“. La partita contro il Manchester United può essere l’occasione per incontrare i dirigenti inglesi: “Magari parleremo di Hernandez ma non è detto che alla fine arrivi lui, magari dallo United compreremo un centrocampista“.

Gli obiettivi della stagione: “Difficile ora fare proclami che non siano il raggiungimento dell’Europa League. Il mercato è ancora aperto, prima dovremo vedere chi riusciremo ad acquistare e poi potremo porci degli obiettivi ma siamo ambiziosi. Per comprare è comunque necessario riuscire a vendere qualcuno“.

La prima impressione sulla nuova Inter: “Ho parlato con Mazzarri , mi piace la sua carica in partita e la passione che mette sul campo. Ho apprezzato contro il Real Madrid l’intensità e la voglia di lottare“. Thohir continua a lavorare per ricostruire un’Inter vincente, non per questo la stagione che inizierà a breve dovrà essere considerata di transizione.

LEGGI ANCHE

MAN UTD-INTER GUINNESS INTERNATIONAL CHAMPIONS CUP: SCONFITTA AI RIGORI PER I NERAZZURRI

CALCIOMERCATO INTER: OSVALDO IL PRESCELTO PER L’ATTACCO, TRATTATIVA ALLA STRETTA FINALE

CALCIOMERCATO INTER: IERI RIUNIONE A WASHINGTON, ECCO LE STRATEGIE DI MERCATO