Siamo solo nella prima metà di giugno, eppure il calciomercato già impazza, con trasferimenti importanti che già fanno sognare (o tremare, a seconda dei casi…) i tifosi. La nuovissima Inter del gruppo Suning sembra avere già le idee chiare: vuole provare a puntare immediatamente alla scudetto, provando a ridurre quanto possibile il gap con la Juventus. Dopo gli acquisti-lampo di Erkin e Banega a parametro zero, ecco che iniziano le grandi manovre con le altre società: secondo la Gazzetta dello Sport, il nazionale italiano Antonio Candreva starebbe già cercando casa a Milano. A quanto risulta, i dirigenti nerazzurri avrebbero già incontrato il presidente della Lazio, Claudio Lotito, formulando una proposta d’acquisto pari a quasi 20 milioni di euro per il centrocampista. Il numero uno biancoceleste però al momento pare aver rifiutato: per lui, Candreva vale almeno 25 milioni. Le parti s’incontreranno nuovamente, il giocatore vuole l’Inter e Mancini stravede per lui. Ci sono sicuramente margini per continuare a trattare. Nell’ultima stagione, Candreva ha collezionato 30 presenze in Serie A, mettendo a segno anche 10 reti.

La novità di giornata è che quella del centrocampista della Lazio potrebbe non essere l’unica pista italiana che starebbe seguendo l’Inter: sul taccuino del direttore sportivo Ausilio ci sarebbe infatti anche il nome di Domenico Berardi. Com’è noto da tempo, il Sassuolo ha già un accordo con la Juventus per il trasferimento dell’attaccante a favore di un corrispettivo di 25 milioni di euro, ma l’Inter vorrebbe lo stesso provare a inserirsi in quella che sembra – a tutti gli effetti – una trattativa blindata. I dirigenti nerazzurri starebbero provando a convincere il ragazzo, al quale tuttavia la Juve ha posto un ultimatum: dovrà decidere se trasferirsi a Torino entro e non oltre questa settimana. Le trattative tra Inter e Sassuolo sembrano però non finire qui: sotto la lente d’ingrandimento nerazzurra ci sono anche il difensore Acerbi (ex Milan) e il terzino croato Vrsaljko (già cercato da Napoli e soprattutto Atletico Madrid). Come contropartita, sarebbe stato proposto Ranocchia, appena rientrato dopo il prestito alla Sampdoria.

Ausilio ha poi pronte delle alternative di lusso, qualora uno di questi affari non dovesse andare in porto: Erik Lamela (ma sarà davvero dura strapparlo al Tottenham), il tedesco Bellarabi (Bayer Leverkusen) e il messicano con passaporto comunitario Carlos Vela della Real Sociedad.

L’Inter ha in piedi anche una trattativa, tutta nuova, con la Roma: questa volta però per la cessione di un giocatoe, non per l’acquisto. Dopo l’infortunio di Rudiger, la società giallorossa si è interessata fortemente al difensore colombiano Murillo, che l’Inter valuta 30-35 milioni di euro. A queste cifre la Roma non è disposta a trattare, ma il tempo e l’inserimento di alcune contropartite tecniche potrebbero limare un po’ il costo dell’operazione. Il mercato è lungo e siamo solo alla metà di giugno…